Domenica, 16 Maggio 2021
Sport

Pallanuoto A1 femminile, Florentia bestia nera della Storm Vela Ancona

Un peccato per le doriche di coach Milko Pace, non soltanto per l'avvio perfetto in difesa e per il vantaggio di 4-1, come era già successo in Coppa Italia, ma anche per l'impegno mostrato

Un'azione della Vela in attacco contro la Florentia, con Colletta davanti al portiere Banchelli

Niente da fare per la Storm Vela Ancona che al termine di una partita giocata tra luci e ombre è costretta ancora ad arrendersi alla Rari Nantes Florentia, che vince al Passetto 12-9. Un peccato per le doriche di coach Milko Pace, non soltanto per l'avvio perfetto in difesa e per il vantaggio di 4-1, come era già successo in Coppa Italia, ma anche per l'impegno mostrato per tentare di recuperare i due break piazzati dalla Florentia che alla fine decidono l'inerzia del match e pesano come un macigno sul risultato finale. Buone le prove dei portieri di entrambe le squadre: Uccella para quasi tutto il parabile, Banchelli compie diversi interventi decisivi impedendo il rientro alle anconetane. Che comunque, a conti fatti, pagano i troppi errori commessi, sia su alcune scelte difensive, sia errori commessi al tiro, in contropiede, specie su azioni in cui riescono a creare delle superiorità. Il campionato femminile ora si ferma, anche per gli impegni della nazionale, e riprenderà con il girone di ritorno sabato 30 gennaio.

Primo tempo tutto di marca Storm Vela, le anconetane partono fortissimo e sorprendono la Florentia, portandosi sul 4-0 con le marcature realizzate dalla russa Ivanova, quindi da Strappato in superiorità numerica, ancora da Ivanova e infine da Colletta, prima che Nesti accorci le distanze per le gigliate e fissi il risultato sul 4-1 al primo intervallo. Nel secondo tempo la riscossa della Florentia: segna Nesti, risponde Quattrini, quindi il break firmato da Landi in superiorità, da Marioni, da Giachi e da Vittori, un 4-0 che fa volare la Florentia sul 5-6 al cambio di campo. Nel terzo tempo ancora tanta Florentia, insieme agli errori della Storm Vela: le doriche partono bene, impattano con Strappato e vanno in vantaggio con Altamura sul 7-6, ma poi finiscono per subire un altro break. La Florentia segna su rigore con Nesti, centra il bersaglio con la Cordovani su errore della difesa anconetana, quindi sbaglia due rigori consecutivi con Francini, il primo sul palo e il secondo parato da Uccella, ma prosegue imperterrita il suo volo andando a segno con Gasparri e con Marioni, portandosi sul 7-10 all'ultimo intervallo (ancora 4-0 il break). Nel quarto tempo la Florentia si chiude con una difesa a M, la Vela gioca a pressing cercando di recuperare terreno, realizza Riccio in superiorità, Nesti in superiorità riporta la Florentia sul +3, ancora Riccio in superiorità numerica, come nel gol precedente su assist di Ivanova. Nei secondi finali le gigliate vanno ancora a segno, con Cordovani, fissando il risultato sul definitivo 9-12, lasciando l'amaro in bocca ad Altamura e compagne.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pallanuoto A1 femminile, Florentia bestia nera della Storm Vela Ancona

AnconaToday è in caricamento