Pallanuoto, la Cosma Vela sfiora l'impresa contro Milano: addio finale playoff

E' la milanese Incarnato, in doppia superiorità, a realizzare il gol partita che qualifica il Nuoto Club Milano alla  per l'accesso alla A1

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Alla Cosma Vela Ancona non basta una grande partita di attenzione, concentrazione e intensità per superare il Nuoto Club Milano e allungare la serie di semifinale playoff. Le meneghine di Di Blasio passano, infatti, alla piscina del Passetto al termine di una gara tirata sino in fondo e decisa da una rete milanese a poco più di un minuto dal termine in doppia superiorità numerica. Per le anconetane, mai così vicine al successo contro il Nuoto Club Milano nei quattro confronti stagionali, resta tanta amarezza per aver solo sfiorato l'impresa – curiosamente sull'8-8 proprio come la maschile della Vela Ancona, che ieri pomeriggio ha acciuffato ai rigori il successo ai playoff con la Sturla. Stavolta l'epilogo della gara è però stato diverso, nonostante le belle parate del portiere dorico Borghetti e l'ottima difesa anconetana durante tutta la sfida. Cosma subito sul 2-0 con le reti di Altamura ed Elisa Quattrini, il Nuoto Club Milano ristabilisce l'equilibrio e al primo intervallo la gara è sul 2-2. Valzer di reti nel secondo parziale, Santandrea, quindi Altamura e De Matteis in superiorità numerica portano avanti sul 5-4 le cosmiche al cambio di campo. Ancora la De Matteis firma il +2 a inizio terzo tempo, quindi dopo la rete della Crudele è la Leone ad allungare ancora, ma Magni e Scialla riportano il punteggio sul 7-7 all'ultimo intervallo. Emozionante l'ultimo tempo, in cui la Crudele spinge il Milano sul 7-8, la De Matteis firma la rete dell'8-8 a metà tempo, quindi a -1'49” è la Incarnato in doppia superiorità a realizzare il gol partita che qualifica il Nuoto Club Milano alla  per l'accesso alla A1.

`Abbiamo fatto tutto quello che avevamo preparato in questi pochi giorni – è il commento del tecnico anconetano Milko Pace a fine gara - le ragazze sono riuscite a mettere in acqua almeno l'80% di quello che avevamo preparato, abbiamo chiuso le loro giocatrici più forti, siamo sempre stati in partita. Poi la bravura delle giocatrici del Milano è venuta fuori. Nulla da dire sull'arbitraggio, resta un po' di amaro in bocca perché siamo stati sempre attaccati al Milano e meritavamo di arrivare a gara tre. Un elogio grandissimo a tutte le ragazze, sia a quelle che hanno trovato meno spazio per l'andamento della partita, sia a quelle che sono state in acqua di più. Possiamo dire che siamo diventati davvero una squadra, capace di lottare con tutti e sino in fondo. Il progetto futuro dovrà ripartire da questa partita. Una stagione molto, molto positiva».

Cosma Vela Ancona-Nuoto Club Milano 8-9
(2-2, 3-2, 2-3, 1-2)

Cosma Vela Ancona: Borghetti, Strappato, Quattrini I., Santandrea 1, Ferretti, Mirleni, Di Martino, Leone 1, Scoccia, De Matteis 3, Altamura 2, Quattrini E. 1, Tiberi. All. Pace M.

Nuoto Club Milano: Tamborrino, Chiarini, Crudele 2, Scialla 2, Murer, Incarnato 2, Bellomo, Ardovino, Cordaro 2, Zizzo, Magni 1, Campese, Rosanna. All. Di Blasio.

Arbitro: Scappini.

Note: sup. num. Vela 4/10, Milano 4/9.

Torna su
AnconaToday è in caricamento