Pallanuoto, playoff A2 femminile per l'A1: per la Cosma decisiva gara3

Le doriche vogliono conquistare l'obiettivo stagionale con tutte le proprie forze, stanno bene e sono tutte a disposizione del tecnico anconetano Milko Pace

Francesca Pomeri al tiro in gara1, con la piscina del Passetto piena di pubblico

Ripartire dalla sconfitta di gara2 quanto dal successo di dieci giorni fa ad Ancona in gara1, ma soprattutto ripartire da un'imprescindibile unità di squadra e d'intenti che ha caratterizzato tutta la regular season. Per vincere gara3 e salire in A1. E' l'obiettivo della Cosma Vela Ancona, che domani pomeriggio, alle 18.45 alla piscina del Passetto di Ancona, affronterà il Css Verona, dopo il 6-2 in proprio favore in gara1 e il 6-3  per le veronesi in gara2, per disputare la “bella” che assegnerà un posto nella massima serie. La sconfitta di domenica scorsa a Verona è stata digerita, assimilata dal gruppo dorico, e ha lasciato una lezione di cui fare tesoro per raggiungere l'obiettivo stagionale, il salto di categoria. Perdere fa sempre male, specie se si tratta di una finale playoff, specie se c'è in palio l'A1, specie se vieni da undici successi consecutivi e in tutta la stagione hai perso solo in trasferta contro il Velletri, peraltro avversario di valore, come dimostra la promozione in A1 nell'altra finale. Ma perdere insegna anche tanto e da questo punto le anconetane sono ripartite, dopo il ko di Verona, per ricostruire energie e morale in vista dell'appuntamento decisivo di tutto un anno agonistico, quello che non può terminare in parità, quello da cui uscirà una sola promozione in A1. Ancona o Verona, senza appelli, una a festeggiare, una a spiegare i perché di una resa. Cosma Vela o Css.

Una finale per cui fanno il tifo una città e una regione intera, visto che mai una società marchigiana ha militato nella massima serie di pallanuoto maschile o femminile. Le doriche vogliono conquistare l'obiettivo stagionale con tutte le proprie forze, stanno bene e sono tutte a disposizione del tecnico anconetano, Milko Pace, che presenta così la gara di domani pomeriggio: “E' una finale, dalle due partite giocate con il Css Verona abbiamo imparato molto, in questi giorni ci siamo allenati a ranghi completi, la squadra sta bene. Le facce viste domenica mi potevano preoccupare ma quelle dei giorni scorsi mi danno fiducia, dalla sconfitta di Verona siamo usciti con degli insegnamenti, per come giocare, per come affrontare le avversarie. In questi momenti, tra l'altro, contano più la testa e il cuore di altri aspetti, comunque sempre importanti”. Milko Pace conclude chiamando il pubblico del Passetto: “Il contorno di pubblico, in una gara come questa, è sempre molto importante. Il Passetto era pieno dieci giorni fa, mi aspetto anche in gara3 il sostegno dei nostri sostenitori, anche se è una partita infrasettimanale, mi aspetto una piscina anche con più gente della volta scorsa”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Vitamina D: perché è importante, dove trovarla e come accorgersi di una carenza

  • Sette furti, poi l'inseguimento da Polverigi ad Ancona: chi sono gli arrestati di via 25 Aprile

  • Dramma nella notte, Yasmine muore a soli 20 anni: il cordoglio da tutta la città

  • Coronavirus, screening di massa con tampone antigenico rapido nelle Marche

  • Emergenza Covid, Acquaroli preoccupato: «Rischiamo crisi economica impressionante»

Torna su
AnconaToday è in caricamento