menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pallanuoto A2 femminile, finale di playoff: la Cosma Vela comincia domenica

Il conto alla rovescia è quasi terminato, domenica pomeriggio le anconetane potranno finalmente sfogare in acqua, davanti al pubblico amico

Sarà il Css Verona l'avversario della Cosma Vela Ancona nella serie di finale playoff di A2 femminile che vale la promozione in A1 e che comincia domenica, garauno alla piscina del Passetto alle 18.45. Le veronesi, infatti, hanno superato in gara3 l'Acquachiara Napoli 9-6, dopo l'11-10 di gara1 e il 9-6 in favore delle napoletane di gara2. Il conto alla rovescia è quasi terminato, domenica pomeriggio le anconetane potranno finalmente sfogare in acqua, davanti al pubblico amico, tutta la tensione accumulata in queste settimane dopo il termine della stagione regolare. E' un appuntamento storico, per la società della Vela Nuoto Ancona, la più antica della città con i suoi 116 anni di storia, così come per tutta la città, che nel massimo campionato vanta, al momento, solo il football americano dei Dolphins. Dopo il sesto posto in A2 della squadra maschile, la femminile della Vela Ancona si appresta dunque per il secondo anno consecutivo a giocarsi la promozione in A1 in finale playoff: lo scorso anno i favori del pronostico andavano tutti alla Florentia, che infatti vinse gara1 e gara2. Stavolta la favorita, forte anche del primo posto al termine della stagione regolare, è proprio la Vela Ancona. Una novità per le “cosmiche”, che spiega il tecnico anconetano, Milko Pace: “Sicuramente è una sensazione nuova, fino adesso abbiamo dimostrato una crescita, è il terzo playoff consecutivo. Nel primo, due anni fa, siamo usciti in semifinale con il Milano, lo scorso anno abbiamo superato il Como e poi abbiamo perso in finale con la Florentia, quest'anno da primi in classifica abbiamo ottenuto direttamente la finale. E se gli addetti ai lavori dicono che siamo la squadra da battere, e anche noi non ci nascondiamo, allora credo che siamo pronti e maturi per affrontare l'appuntamento giocando con la responsabilità di essere i favoriti”.

Quanto la Cosma conosca e tema l'avversario lo spiega ancora il coach: “Ho visto gara1 di semifinale e il Css Verona mi ha fatto un'ottima impressione, abbiamo grande rispetto per questa squadra che ha conquistato prima la semifinale arrivando in regular season a un punto dalla prima e poi superando in semifinale l'Acquachiara, ho visto almeno due atlete di valore e di categoria a cui faremo molta attenzione. Una squadra esperta e capace, ma noi dovremo sfruttare le nostre qualità e il nostro modo di giocare che possono metterla in difficoltà”. Quindi il presidente Fausto Aitelli, un appuntamento così importante non può prescindere dalla massima carica societaria, il numero uno della Vela carica le ragazze: “Un traguardo è stato raggiunto, ma non è il traguardo. Quello che c'eravamo posti a inizio stagione era il primo posto e la finale playoff, ma a questo punto crediamo tutti nella promozione in A1. Le ragazze hanno dimostrato durante tutto l'anno di essere capaci di potercela fare, siamo consci che possiamo centrare questo obiettivo che sarebbe storico, visto che sarebbe anche la prima squadra marchigiana nella storia della pallanuoto che va in A1”. Francesca Pomeri, il capitano, chiama il pubblico e dà la carica al gruppo in vista della prima sfida decisiva: “Al pubblico dico che quello di domenica sarà uno spettacolo da non perdere: anche se è un campionato di A2 le finali playoff sono sempre partite di alto livello, in più si gioca in una piscina all'aperto. Inoltre per noi è una partita importantissima, ci serve assolutamente il sostegno del pubblico. Alle compagne dico di godersi ogni istante, da qui alla fine della serie finale, perché saranno momenti che ognuna si porterà dentro tutta la vita. Vivere un'impresa come quella di condurre la Vela Ancona in A1 e farlo da protagonista non sarebbe davvero cosa di tutti i giorni, ma esperienza da vivere pienamente, in ogni istante. Dando il massimo per centrare l'obiettivo, naturalmente”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Rione Pinocchio, perché si chiama così? (La statua non c’entra)

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento