Pallamano maschile, bilancio di fine anno: «Possiamo andare in serie A»

La classifica, almeno per il momento, non sembra interessare più di tanto lo stesso Guidotti, che preferisce guardare avanti

Andrea Guidotti

«Sono soddisfatto di come stanno andando le cose sia per quello che riguarda la prima squadra, che il settore giovanile, dove abbiamo avuto diverse adesioni grazie al lavoro portato avanti nelle scuole da Leonardo Principi e Valerio Feroce». A parlare è Andrea Guidotti tecnico del Cus Ancona pallamano maschile, che milita nel campionato nazionale di serie B e che attualmente si trova in testa alla classifica assieme al Monteprandone con 12 punti, anche se i dorici hanno una partita in meno.

Classifica che almeno per il momento non sembra interessare più di tanto lo stesso Guidotti, che preferisce guardare avanti: «I numeri dicono questo ma noi dobbiamo guardare oltre anche per il fatto che la concorrenza in questo campionato non manca. La nostra è una squadra che può puntare alla serie A ma non siamo soli ad inseguire questo traguardo. Oltre al Monteprandone c'è il Pescara ma anche il Chieti che peraltro si è rafforzato con l'arrivo di due pedine come Rigante e Facchini».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A proposito di Chieti, la formazione abruzzese è stata l'unica a battere i dorici: «Il Chieti è una bella realtà, sono sicuro che arriverà fino in fondo ma è anche vero che contro di loro eravamo con la testa altrove quanto è bastato per rimediare questa sconfitta. Negli ultimi anni il livello tecnico della serie B si è alzato, ogni squadra dispone di elementi in grado di fare la differenza in qualsiasi momento». Per quanto riguarda questa parte di stagione del Cus Ancona: «Noi siamo una squadra composta da giovani e da giocatori di una certa esperienza che per diverse stagioni hanno avuto modo di giocare in serie A1 con l'allora Dorica Pallamano. Il nostro è un mix che potrebbe risultare vincente ma tutto dipenderà da noi, dalla voglia di stare in campo e dallo spirito di sacrificio. Fatta eccezione per la gara di Chieti dove potevamo fare meglio, mi ritengo soddisfatto per come stanno andando le cose anche se ci sarà da lavorare duro da qui alla fine della stagione». Il Cus Ancona tornerà in campo domenica 12 gennaio a Falconara.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Coronavirus avanza, chiudono le scuole superiori nelle Marche: ordinanza di Acquaroli

  • La piazza come una latrina, sorpreso a defecare: costretto a pulire i suoi escrementi

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • Nuovo Dpcm, arriva la firma di Conte: ecco cosa cambia da lunedì 26 ottobre

  • Folle corsa per la città, tra speronamenti e sorpassi: l'inseguimento e poi l'incidente

  • Coronavirus nella scuola primaria, vanno in quarantena sette classi su nove

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento