menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Nicola Di Piero in sella alla sua moto

Nicola Di Piero in sella alla sua moto

Nicola Di Piero, prima volta al campionato italiano di Motorally: «Lo sognavo da piccolo»

Il pilota anconetano penalizzato dalla sfortuna e da un pizzico di inesperienza: «Sono strafelice di essere arrivato in fondo ad entrambe le gare»

Ha pagato caro la sfortuna e un pizzico d’inesperienza, ma è stato comunque un ottimo weekend per Nicola Di Piero, pilota anconetano di motocross, che ha partecipato per la prima volta al campionato italiano Motorally Fmi 2020, in programma a Bella (Potenza), vinto nella classe 1000 da Marco Iob. «E’ stata la prima gara di Motorally della mia vita - ha commentato Di Piero -. Lo sognavo da quando ero piccolo e ho deciso di cominciare subito “facilmente” con la mia amata Bestiona nella categoria dei bicilindrici “G-1000". Quindi l'obiettivo era riuscire a completare entrambe le gare del week-end e sono stracontento di essere arrivato all'arrivo di tutte e due le giornate».

I tempi erano tirati e nel primo giorno Di Piero ha pagato lo scotto di commettere errori di inesperienza di navigazione nel trasferimento per cui è arrivato al primo controllo orario con 9 minuti di ritardo: insieme a una caduta nella prova speciale navigata, hanno compresso il risultato dei tempi delle Speciali Cross Test. Il pilota ha concluso la giornata ultimo di categoria, ovvero 8° e 94° assoluto su 128. La seconda giornata di gara è partita benissimo: Di Piero ha trovato subito la concentrazione e un buon passo che l’hanno fatto arrivare al controllo orario con largo anticipo. Nel primo settore della Prova Speciale Navigata (40 km) ha infilato bene tutte le note arrivando alla neutralizzazione, ovvero una sosta obbligata di 20 minuti, 4° di categoria e 66° assoluto su 100 piloti.

«Ero troppo contento, fisicamente ero a posto e la mia Ktm 950 Superenduro preparata dalla Motoplanet Ancona andava benissimo - racconta - poi nel secondo settore ho fatto un errore di navigazione su una nota particolarmente difficile, per cui ammetto di essermi letteralmente perso nel bosco per 30 minuti prima di ritrovare il percorso». Purtroppo questo errore ha fatto sfumare la possibilità di portare a casa un bel risultato: ha chiuso la gara 7° di categoria e 86° assoluto, «ma non è stato inutile, me lo porterò come bagaglio per la prossima gara del Campionato Italiano Motorally, il 6 settembre a Massa Marittima. Ringrazio tanto la mia ragazza Roberta che mi ha preparato tutto il possibile, Giorgio Luini del mio team, il “Carpediemoffroad" Riccardo Vitali per i consigli e Francesco Grottini che oltre ai consigli mi sta prestando tutta la strumentazione per la navigazione, la mia preparatrice atletica Serena Di Piero e ovviamente gli sponsor senza i quali non avrei potuto partecipare». Il prossimo appuntamento con la bandiera a scacchi è questa domenica al Lugugnano Cross Park di Montalto delle Marche (Ascoli) per la terza prova del Trofeo Cross Country dell'Adriatico.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, un contagio a scuola: due classi in quarantena

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento