Ri-mettersi in moto con Maximilian: il campione paralimpico arriva nelle Marche

Sontacchi, pilota della Yamaha Pata Supersport, alla Chiusa di Agugliano per avviare un progetto: riportare in sella ragazzi e ragazze disabili

Il pilota Maximilian Sontacchi

Maximilian Sontacchi, pilota ufficiale Yamaha Pata Supersport per il team SK Racing, campione italiano e terzo nel campionato internazionale nel motociclismo paralimpico classe 600, sarà ospite oggi (martedì 7 gennaio) al Parco Motori della Chiusa di Agugliano. Il campione farà una seduta di allenamento e un sopralluogo per iniziare una collaborazione con l’impianto sportivo anconetano dove, con molte probabilità, inizierà ad organizzare corsi per rimettere in sella ragazzi e ragazze disabili.

Il progetto "Ri-mettiamoci in moto"

«Dalla mia personale esperienza – spiega il pilota – è emersa la volontà di mettersi a disposizione dei tanti ragazzi vittime di gravi incidenti, che si concretizza attraverso l’organizzazione di una serie di corsi di guida in pista inseriti nel più ampio progetto “Ri-mettiamoci in moto”. Perché continuare a puntare sulla propria passione significa riprendersi la propria vita». I corsi saranno aperti a tutti (neofiti o ex-motociclisti, normodotati o diversamente abili) e puntano, attraverso una speciale linea di insegnamento, al raggiungimento di un approccio corretto al mondo dei circuiti veloci. Negli anni Max ha avuto collaborazioni con istruttori del calibro di Marco Lucchinelli, Fausto Ricci, Massimo Roccoli e Marco Melandri. Sontacchi torna nelle Marche dopo poco più di un mese dalla due giorni sulla Sicurezza Stradale organizzata dall’Avis Recanati in collaborazione con il liceo Leopardi, a cui hanno partecipato oltre 200 studenti. Il 13 gennaio sarà premiato dal sindaco di Padova, sua città natale, mentre dal 15 al 19 gennaio sarà a al Motor Bike Expo con tutto lo Yamaha Pata Team per presentare le nuove moto e, infine, il 1° febbraio sarà premiato per la vittoria del Campionato Nazionale Octo Bridgestone Cup 2019.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Chi è Maximilian Sontacchi 

Un tragico incidente in moto nel 2005, a soli 17 anni, lo ha costretto sulla sedia rotelle, ma lui non si è arreso e, giorno dopo giorno, anno dopo anno, ha raggiunto moltissimi traguardi. Dal 2006-2008 è stato testimonial del progetto Icaro per la sicurezza e la sensibilizzazione patrocinato dalla Polizia Stradale e dal Ministero degli Interni. E’ stato il primo pilota disabile a partecipare al campionato italiano di Drifting (dopo aver creato la prima auto da drifting per disabili) ed è arrivato a metà classifica; ha partecipato al King of Europe arrivando 12° su 160 iscritti tutti normodotati; è stato il primo disabile a ottenere certificato da Pilota e Istruttore di Drifting (valido in Italia e in Europa) ed ha aperto la prima scuola di Drifting per disabili in Europa. Con tenacia e determinazione nel 2015 è stato il primo paraplegico a salire su una moto da velocità nella Di.Di. “Dream World Bridgestone Cup”, l’unica gara riservata a piloti disabili e organizzata sul tracciato di Vallelunga.
Ha una scuola di motociclismo di velocità, motocross ed enduro per disabili: metterli o ri-metterli su una moto significa far ritrovare loro la fiducia in se stessi. Ora Maximilian Sontacchi si sta preparando per la stagione 2020 con tre importanti obiettivi: potenziare i corsi per piloti “speciali” di moto in pista, motocross ed enduro, confermare il titolo italiano e vincere il titolo internazionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La piazza come una latrina, sorpreso a defecare: costretto a pulire i suoi escrementi

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • Nuovo Dpcm, arriva la firma di Conte: ecco cosa cambia da lunedì 26 ottobre

  • Folle corsa per la città, tra speronamenti e sorpassi: l'inseguimento e poi l'incidente

  • Il vento della protesta arriva anche ad Ancona

  • Coronavirus, è allerta nel Comune di Ancona: almeno 5 dipendenti in isolamento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento