Massimiliano Strappato
Sport

Atletica, Max Strappato 4° alla Treviso Marathon

La stagione delle grandi maratone italiane è iniziata con la 12° edizione della Treviso Marathon disputatasi Domenica mattina nel capoluogo della Marca

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

La stagione delle grandi maratone italiane è iniziata con la 12^ Edizione della Treviso Marathon disputatasi Domenica mattina nel capoluogo della Marca.

In pochi anni la manifestazione sportiva con tremila atleti partecipanti e con 23 paesi rappresentati, è diventata, una delle più popolari e partecipate maratone Italiane.

Il vincitore della gara dei classici km.42,195 è risultato il 29enne carabiniere Stefano La Rosa che alla sua prima esperienza ha sbaragliato la concorrenza africana precedendo, nell'ordine, il marocchino Mokraji e dall'eritreo Hamid, chiudendo la gara in 2 h. 12' 05", che rappresenta il secondo tempo Europeo del 2015.

In campo femminile per contro si è assistita alla terza vittoria consecutiva di Laura Giordano dell'Atletica Silca Conegliano.

Grande la prestazione offerta da Massimiliano Strappato che al suo esordio in questa impegnativa distanza, con un riscontro cronometrico di 2h. 28'33", è giunto 4° assoluto dietro alle due gazzelle africane, e 2° atleta Italiano

Massimiliano, studente Universitario, che riesce a conciliare gli studi universitari con gli impegni sportivi, ha saputo ben interpretare la gara correndo sui propri ritmi metabolizzati nei lunghi e duri doppi allenamenti quotidiani .

Dopo i primi 10 km. di gara, corsa con regolari passaggi di poco superiori i 3'31" al km., progressivamente ha aumentato la sua spinta e dall'11° Km. in poi, viaggiando sotto i 3'e 28" al km., senza nessun problema è riuscito ad arrivare al 37° km.

Nei restanti fatidici ultimi 5 km. di gara, dove per tutti i maratoneti inizia il fisiologico calo della prestazione sportiva momento in cui la fatica fisica diventa dolore, un generoso Massimiliano all'insorgenza di un forte disturbo allo stomaco, con il cuore e la testa, ha saputo gestire la difficile ultima parte di gara, ed ha così fatto l' impresa !!!!!!!!!

Alla bella prestazione di Massimiliano si è aggiunta poi, quella di Francesca Capobelli, che nella stessa mattinata nella 41esima edizione della "Valli e Pinete" di Ravenna , ha conquistato la vittoria assoluta nella maratonina di 30 km, davanti alle atlete Romagnole Federica Moroni e Rita Gabellini.

Bella la sua vittoria, ma altrettanto grande il risultato cronometrico, ha così commentato la sua amica e compagna di squadra e di allenamento Marilena Cesarini, anche lei con il suo ottimo quinto posto, ha decretato un grande successo di squadra

Importante per la vittoria della Capobelli è stato il supporto del compagno di squadra Corrado Campanelli, che per tutti e 30 km. l'ha pilotata e portata a correre sui ritmi gara già prefissati e controllato soprattutto un possibile rientro delle dirette inseguitrici, che nulla hanno potuto contro una Francesca in giornata di grazia.

Visti i riscontri cronometrici ottenuti da Marilena e Francesca, le due atlete con l'intenzione di realizzare il loro personal best, hanno deciso di affrontare il 19 Aprile prossimo la maratona di Padova.

In questo momento l'Atletica Amatori Osimo Bracacicni si sta adoperando affinchè Corrado Campanelli permettendo, possa dare il su supporto in questa importante impresa.

A volte ci si chiede quali siano le ragioni che spingono questi runner a cimentarsi in queste gare estremamente impegnative; le motivazioni vanno ricercate nel loro spirito di avventura, nella curiosità di misurare la propria forza fisica e mentale, perché queste gare non si corrono contro gli avversari, ma restano vere sfide con se stessi .

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Atletica, Max Strappato 4° alla Treviso Marathon

AnconaToday è in caricamento