Atletica, Manuel Nemo campione regionale di prove multiple

Gli ostacoli, una prova importante delle prove multiple e Gaetano Schimmenti con il suo allenatore Andrea Renzi

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Tradizionalmente arrivano dalla pista amica della Vescovara i primi titoli regionali della stagione. Anche quest'anno l'ASD Atletica Osimo ha ripetuto lo sforzo organizzativo della due giorni di prove multiple, preparando, sabato 25 e domenica 26, il Campionato Regionale Individuale Marche - Umbria - Abruzzo di Prove Multiple (categorie senior, promesse, juniores, allievi e cadetti), valido come Campionato di Società Allievi/e - Cadetti/e, unitamente al Campionato Regionale FISDIR (Federazione Italiana Sport Disabilità Intellettiva Relazionale) e FISPES (Federazione Italiana Sport Paralimpici e Sperimentali). Ed in questa edizione lo sforzo è stato premiato con una buona partecipazione, anche da parte di società umbre, abruzzesi ed emiliane e con bellissimi risultati per i nostri atleti. L'ASD Atletica Osimo ha sempre creduto nelle prove multiple, un insieme di gare faticose ed al tempo stesso affascinanti, come ha potuto constatare anche l'Assessore allo Sport del Comune di Osimo Alex Andreoli, presente al campo in una delle due giornate. All'Assessore, il Presidente FIDAL Marche Giuseppe Scorzoso, intervenuto anche questo ad Osimo, ricordava la necessità urgente di una manutenzione della pista, arrivata ormai al capolinea. Tornando alla competizione, lo specialista di casa Manuel Nemo (categoria promesse) si aggiudicava il titolo regionale nel decathlon uomini con 6235 punti, superando ampiamente il minimo di partecipazione ai Campionati Italiani. Una serie di prestazioni che infrangevano numerosi primati personali e record sociali lo vedevano terzo nei 100 m. con 11.68, secondo nei 400 m. con 53.93, secondo nei 1.500 m. con 4.54.72, primo nell'alto con 1.98, primo nell'asta con 4.10, primo nel lungo con 6.85, secondo nel disco con 26.36, quarto nel giavellotto con 36.14, primo nei 110 hs con 15.07, terzo nel peso con 9.55. Al terzo posto della classifica del decathlon Leonardo Malatini, primo nei 100 m., nel disco, nel giavellotto e nel peso, ma purtroppo senza punti dai 110 m. hs, non terminati. Il successo si completava con il quarto e quinto posto per Simon Nguimeya e Francesco Cappanera, tutti del Team Atletica Marche e tutti atleti osimani. Nell'eptathlon donne, secondo posto di categoria per la juniores Caterina Santoni, con 2845 punti. Nella categoria allievi, secondo in regione Simone Sabbatini, con 4812 punti, che superano il minimo per la partecipazione agli Italiani di categoria. Anche per lui numerosi primati personali ed il minimo centrato anche nei 110 m. hs., la sua specialità. L'allieva Greta Luchetti si è ben comportata, alla sua prima esperienza nella nuova categoria, arrivando terza in regione con 2952 punti. Erano in gara anche le categorie giovanili, con l'esathlon cadetti ed il pentathlon cadette. Buona la prestazione di Ionut Manolache, quarto in classifica con 2829 punti, con vittorie parziali nell'alto (1.59) e nel giavellotto (28.38). Quinta Nicole Pizzichini con 2583 punti; ottava Giulia Tonti con 2198 punti. Ed anche in questa edizione, prove multiple in contemporanea con le gare FISDIR e FISPES. Non vorremmo ripeterci, ma è stato sicuramente emozionante vedere l'impegno e la passione di questi atlete ed atleti, anche loro accorsi numerosi da varie località della nostra Regione. Non possiamo non citare, però, il nostro atleta, più volte Campione Italiano outdoor ed indoor, Gaetano Schimmenti che non poteva deludere i suoi tifosi, centrando una doppia vittoria nei 100 m. e nei 200 m. E domenica mattina largo ai giovani, con la 1^ Giornata del Calendario Provinciale Esordienti, ospitata sempre al campo di atletica leggera della Vescovara, sotto la guida dell'ASD Atletica Osimo ed in particolare dell'inesauribile Fabiola Dolcini. Circa 150 piccoli atleti di diverse società marchigiane, hanno invaso l'impianto; quasi quaranta le atlete e gli atleti della società organizzatrice. Una fatica ripagata dai sorrisi e dalla gioia provata nelle gare di corsa, salti, lanci, staffetta e … dalle condizioni meteorologiche che, una volta tanto, hanno "graziato" questa due giorni di atletica.

Torna su
AnconaToday è in caricamento