Sport

Maceratese-Ancona 1905, il derby finisce in pareggio: per i dorici in goal Libertazzi

All'Helvia Recina di Macerata vince la noia. Vantaggio della Maceratese con una papera di Lori e pareggio per l'Ancona di Libertazzi su calcio di rigore

La foto di rito (ancona1905.it)

MACERATA - Doveva essere un derby spettacolare, tra due formazioni che navigano nelle zone nobili di classifica e davanti a circa 4mila tifosi (750 quelli dorici). All'Helvia Recina invece ha vinto la paura di perdere, con le due squadre bloccate e quasi mai pericolose in zona goal. E' stato un match decisamente noioso, deciso da due episodi che faranno sicuramente discutere. 

CRONACA. Nel primo tempo si è visto decisamente poco. Partita bloccata, fisica e giocata prevalentemente con lanci lunghi. La prima occasione da rete l'ha avuta l'Ancona con Cognigni che di testa ha sprecato da buona posizione. Al 34' ecco il primo episodio molto dubbio che ha portato i padroni di casa in vantaggio. Punizione diretta di Buonaiuto dai venti metri ed erroraccio di Lori, che si fa scivolare la sfera ed interviene quando la palla, secondo il direttore di gara, ha già superato la linea di porta. I dorici protestano, ma le immagini non sembrano chiarire del tutto. L'Ancona ha la forza di reagire, e nel recupero della prima frazione trova la rete del pareggio: dubbia la trattenuta di Sabato sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Per l'arbitro è rigore. Dal dischetto va Libertazzi che non sbaglia.

Nella ripresa non succede praticamente nulla, nonostante i due allenatori provino a cambiare qualcosa, soprattuto nei rispettivi reparti offensivi. Cornacchini manda in campo sia Lombardi che Bussi, che prendono il posto di Libertazzi e Cognigni. Unica occasione del secondo tempo è sui piedi di Casiraghi, che davanti a Forte tenta un pallonetto: bravo l'estremo difensore della Maceratese a rimanere in piedi e respingere. Il match non ha nient'altro da dire. L'Ancona, al terzo pareggio consecutivo, sale a quota 36 punti in classifica. Per la Maceratese, che arrivava da tre successi, pareggio che la mantiene a contatto con il Pisa.

TABELLINO MACERATESE-ANCONA 1905

MACERATESE (4-4-2): Forte; Imparato, Faisca, Sabato, Karkalis; D’Anna, Carotti, Foglia, Buonaiuto; Kouko, Colombi. A disp: Ficara, Clemente, Rizzo, Giuffrida, Togni, Cerrai, Massei, Orlando, Talamo, Cesca, Massei, Cantarini. All. Bucchi

ANCONA (5-3-2): Lori; Parodi, Paoli, Radi, Konate, Pedrelli; Hamlili, Di Ceglie, Casiraghi; Libertazzi, Cognigni. A disp: Polizzi, Di Sabatino, Gelonese, Bambozzi, Lombardi, Velocci, Di Dio, Bussi, Adamo. All. Cornacchini

ARBITRO: Viotti di Tivoli
MARCATORI: 34’pt Buonaiuto, 47’pt rig. Libertazzi
AMMONITI: Hamlili, Sabato
NOTE: spettatori 3200 di cui 725 ospiti

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maceratese-Ancona 1905, il derby finisce in pareggio: per i dorici in goal Libertazzi

AnconaToday è in caricamento