Sport

Lombardi lancia la volata playoff dell'Ancona, ora i dorici ci credono

Il goal del tornante scuola Lazio ha permesso ai dorici di avvicinarsi alla Maceratese, ora distante solamente quattro lunghezze. Questa l'analisi del match

I festeggiamenti dopo il goal di Lombardi

Una zampata vincente, la quarta in questo campionato. Il goal di Cristiano Lombardi permette all'Ancona di avvicinarsi alla Maceratese, alimentando con vigore quel fuoco chiamato playoff. Per l'Ancona era fondamentale risalire subito la china. La sconfitta contro il Tuttocuoio aveva concluso una striscia di nove risultati utili consecutivi (5 vittorie e 4 pareggi), con la Maceratese che si era riportata di nuovo distante sei punti. Un pareggio avrebbe certamente fatto male, alle ambizioni ed al morale, vista soprattutto l'enorme mole di gioco e le tante occasioni da rete create nella ripresa.

Contro la Pistoiese è invece scesa in campo un'Ancona leggera, libera di testa e di gambe, che ha saputo anche soffrire ed ha piazzato nel finale il colpo del ko. La rete iniziale di uno scatenato Pedrelli aveva immediatamente illuso, poi i toscani feriti avevano riacceso l'orgoglio, trovando poco dopo la rete del pareggio con Mungo. Nel primo tempo i tifosi avevano rivisto i fantasmi di Tuttocuoio: baricentro troppo basso, manovra lenta e scarsi rifornimenti a Cognigni. Poi è successo qualcosa di già visto. L'Ancona si è ricordata di essere la quarta forza di questo campionato, cambiando improvvisamente marcia. Nella ripresa i dorici hanno alzato pressing e linea difensiva, passando nel finale ad un super offensivo 4-2-4. L'ingresso in campo di Lombardi e Bussi ha dato linfa alla manovra, con i dorici vicini al goal in almeno quattro occasioni. Poi, quando alcuni in tribuna avevano già abbandonato lo stadio, è arrivato lo splendido sigillo di Lombardi, che ha fatto realmente esplodere i 1500 tifosi presenti allo stadio "Del Conero". Tutti sotto la Curva Nord, Cornacchini compreso, ad esultare per tre punti che valgono doppio e dedicare abbracci, grida e felicità anche a Leo Di Ceglie, dopo l'infortunio che lo ha colpito in settimana.

I biancorossi sono più vivi che mai e nonostante si nascondano (leitmotiv di tutta la stagione) credono e vogliono fortemente la terza piazza, ultimo posto utile per giocarsi la post season. I cugini di Macerata sono stati avvertiti. L'Ancona è di nuovo in corsa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lombardi lancia la volata playoff dell'Ancona, ora i dorici ci credono

AnconaToday è in caricamento