menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
l'esultanza delle filottranesi

l'esultanza delle filottranesi

Lardini, qualità e carattere per abbattere Cuneo

Le filottranesi conquistano l'intera posta in palio al PalaBaldinelli: Tominaga inventa, Vasilantonaki e Pisani hanno il braccio caldo

La Lardini si fa bella di sera, davanti alle telecamere di Rai Sport. La formazione filottranese supera 3-1 la Bosca San Bernardo Cuneo con una prova di
qualità e carattere, regalando i primi tre punti casalinghi del campionato in un PalaBaldinelli interamente fucsia. La Lardini recupera Pisani, che si fa immediatamente sentire a muro. Vasilantonaki ha il braccio caldo e sono tutti suoi i punti che accompagnano la Lardini sull’8-7, vantaggio incrementato dal muro di Whitney e dal servizio velenoso di Tominaga (10-7). Anche Cuneo sfrutta bene i turni da zona uno, gli ace di Van Hecke e Salas ribaltano il punteggio (11-12). Cruz risponde a Di Iulio (13-14), la Lardini riprende quota sugli errori di Van Hecke e Salas (18-15). Dalle parti di Di Iulio e Cardullo non casca nulla e con Whitney e Vasilantonaki (7 punti nel set con il 63%) Filottrano prende il largo (21-16), Pisani mette giù il pallone del 23-18 e il videocheck (che conferma l’attacco out di Cruz) consegna sei palle set alla Lardini. Garzaro capitalizza la terza (25-20) per l’1-0 filottranese. La Bosca San Bernardo scatta meglio dai blocchi del secondo set (2-4), allungando sull’insidioso turno al servizio di Cruz che produce due ace e lancia le piemontesi sul 3-8. L’ennesimo recupero difensivo di Cardullo e il pallonetto di Di Iulio interrompono il break, ma è ancora il servizio (Van Hecke) a creare problemi alla Lardini (5-11). Cuneo viaggia con un margine di sicurezza (11-20), anche perché Salas e Van Hecke tengono alta la percentuale offensiva (59%).

Van Hecke mette il sigillo all’1-1 (15-25), la Lardini riparte nel terzo parziale dal muro di Pisani e da Vasilantonaki, pur continuando a inseguire (3-5). Di Iulio suona la carica, prima in attacco poi con il servizio consente a Filottrano di tornare a mettere la testa avanti (7-6). Tominaga inventa, Cruz chiude uno scambio lunghissimo (9-10), Pisani alza ancora il muro (11-10). La partita si accende, per due volte il videocheck dà ragione a Cuneo (12-13), Vasilantonaki torna a colpire (15-15), Pisani stampa il muro e poi il primo tempo della nuova parità a 18. Van Hecke non sbaglia un colpo (7 punti nel set), ma la strada al centro con Garzaro per la Lardini si rivela vincente: Vasilantonaki risponde a Salas per il 22-22, il finale si gioca sui particolari e sono due difese di Di Iulio a far pendere l’ago della bilancia a favore della Lardini: Cruz non inquadra il campo (24-22), Pisani (6 punti nel set) lo centra in pieno (25-22). Il PalaBaldinelli si infiamma, la Lardini vola con Vasilantonaki e Di Iulio (3-0) e Tominaga diventa ancor più protagonista, piazzando il muro del 6-3 e poi i due ace che creano luce tra le due squadre (13-6). Cuneo cambia regìa (dentro Kaczmar), ma la Lardini è un fiume in piena e Pisani (7 muri personali, mvp Sì Con Te del match) erige un’autentica diga (15-6). Di Iulio e Whitney conservano il vantaggio (18-9), la statunitense lo allarga ancora con l’ace baciato dal net del 20-10, la Bosca San Bernardo prova a non mollare (20-14, 22-16), ma Vasilantonaki (dopo il review del videocheck) consegna alla Lardini tre punti che valgono davvero tanto.

LARDINI FILOTTRANO – BOSCA SAN BERNARDO CUNEO 3-1

LARDINI FILOTTRANO: Tominaga 5, Whitney 9, Garzaro 7, Pisani 13, Di Iulio 10,
Vasilantonaki 16, Cardullo (L); Schwan, Cogliandro 1. N.e.: Yang, Baggi, Rumori.
All. Schiavo - Rocca.

BOSCA SAN BERNARDO CUNEO: Bosio, Van Hecke 24, Zambelli 8, Mancini 3, Salas 11, Cruz
12, Ruzzini (L); Baiocco, Markovic 1, Kaczmar, Menghi. N.e.: Kavalenka. All. Pistola
- Petruzzelli.

ARBITRI: Santi - Canessa.

PARZIALI: 25-20 (27’), 15-25 (22’), 25-22 (28’), 25-16 (24’).

NOTE: osservato un minuto di raccoglimento per commemorare le vittime della tragedia di Corinaldo. Spettatori 1.700 circa. Lardini: battute sbagliate 10, battute vincenti 5, muri 9, ricezione positiva 72% (57% perfetta), attacco 41%. Cuneo: b.s. 14, b.v. 5, mu. 0, ric. pos. 56% (35%), att. 43%. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Rione Pinocchio, perché si chiama così? (La statua non c’entra)

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento