Lardini Filottrano, l’analisi di coach Bellano dopo la vittoria contro Settimo Torinese

Le parole di Massimo Bellano aiutano a raccontare «due set in cui abbiamo giocato ad un ritmo e ad un livello che non riuscivamo a tenere da oltre un mese»

Massimo Bellano

Qualità e personalità come marchi di fabbrica, anche a Settimo Torinese dove la Lardini ha firmato una vittoria «molto importante, per come è arrivata e per la qualità con cui ci siamo espressi».

Le parole di Massimo Bellano aiutano a raccontare «due set in cui abbiamo giocato ad un ritmo e ad un livello che non riuscivamo a tenere da oltre un mese – sottolinea l’allenatore della Lardini –. Siamo stati incisivi in battuta, efficaci a muro e in contrattacco abbiamo fatto bene. Nel terzo set loro hanno forzato il servizio e preso dei rischi con i quali sono riusciti a scavare il divario, poi nel quarto avevamo ripreso il filo del gioco ma abbiamo fatto fatica a passare sulla p1. Nel momento più complicato abbiamo ritrovato quelle caratteristiche che ci avevano permesso di esprimerci ad ottimi livelli, abbiamo accettato il punto a punto e abbiamo chiuso la partita con spunti importanti, conquistando tre punti che valgono oro». Anche alla luce del passo sicuro che continua a tenere Pesaro. «Siamo nella condizione di poter dare ritmo alla nostra corsa e francamente non dobbiamo aspettarci niente da quello che accade sugli altri campi». Nella testa adesso può trovare spazio la finale della Samsung Galaxy A Coppa Italia di A2 di domenica prossima al PalaBaldinelli. «Stacchiamo dal discorso campionato e ci concentriamo su una partita che è diversa dalle altre giocate fin qui, perché è una gara senza ritorno e che fa storia a sé. Dobbiamo goderci nella maniera giusta questa settimana che porta alla finale, poi comunque vada ci ritufferemo sul campionato».
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • «Tutto esaurito, clienti felici e niente multa»: chef Luana fa il sold out e stasera si replica

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

Torna su
AnconaToday è in caricamento