Pallavolo, Lardini settebellezze: a Brescia altra grande vittoria

La squadra di Massimo Bellano conquista la settima vittoria consecutiva e lo fa su un campo fin qui inviolato e con una prestazione pressoché perfetta

Le ragazze della Lardini festeggiano con i tifosi

Bagnolo Mella (Bs). Finisce con la Lardini a raccogliere i meritatissimi applausi dei tanti tifosi filottranesi giunti a Brescia e le note di “un giorno all’improvviso” a risuonare anche al PalaMillenium. La squadra di Massimo Bellano conquista la settima vittoria consecutiva e lo fa su un campo fin qui inviolato e con una prestazione pressoché perfetta per interpretazione, esecuzione e continuità.

C’è Garavaglia per Saccomani nel Millenium, la Lardini ritrova Cogliandro al centro e interpreta subito la gara con grande energia e precisione. Con tre punti consecutivi di Scuka la formazione di Bellano costruisce il primo strappo (3-7), l’ottimo lavoro a muro consente a Filottrano parecchie rigiocate e di toccare il +5 (8-13). Brescia si appoggia su Baldi e con Garavaglia recupera terreno fino alla parità a 14. Nel cuore del set arriva il break decisivo, uno 0-6 che la Lardini realizza con i punti di Cogliandro e Vanzurova, chiuso dall’ace di Negrini (14-20). Baldi e il tocco di seconda di Prandi provano a rimettere in linea il Millenium (18-21), ma Scuka (6 punti nel set) mette giù la palla del 24 e, dopo una lunga sosta per un problema al referto elettronico, Vanzurova manda le squadre al cambio di campo. Le mani di Bosio guidano la Lardini ad un’altra super partenza nel secondo set: Scuka è imprendibile, Mazzaro comanda a rete e Filottrano vola sul 7-2. Brescia prova a incidere con il servizio, ma la ricezione della Lardini è solida (93% di positive e 60% di perfette nel secondo set), così come è granitica una seconda linea che riduce al minimo la pericolosità offensiva delle lombarde: il mani-out di Negrini frena il tentativo del Millenium di risalire la china (6-9), la Lardini gioca con energia e sicurezza e allunga il passo (9-15). Bosio tiene sempre in caldo le centrali, l’ace di Vanzurova accompagna la Lardini al massimo vantaggio (12-20). La fast di Cogliandro (6 punti con il 67% in attacco) è una sentenza (15-22), Filottrano va sul 2-0 su un errore di formazione delle padrone di casa. La terza partenza ricalca le precedenti, con Vanzurova e Scuka a indirizzare il set (0-3), che prende una piega ancor più decisa sul primo tempo di Mazzaro (3-8), ma soprattutto sul break di 4-0 che la Lardini confeziona con Negrini e Vanzurova (6-12). L’opposta della Repubblica Ceca centra il campo avversario anche dalla zona di battuta (8-14), la imita Cogliandro (11-19). I tifosi cantano di gioia, la Lardini è uno spettacolo e vede il traguardo (16-23). La reazione di Brescia (ace di Prandi, l’unico del match) consente di accorciare il divario (19-23), ma Cappelli e Cogliandro mettono definitivamente il sigillo al settimo successo consecutivo della Lardini.

MILLENIUM BRESCIA – LARDINI FILOTTRANO 0-3

MILLENIUM BRESCIA: Prandi 2, Baldi 12, Lapi 4, Martinelli 6, Garavaglia 2, Viganò 5, Portalupi (L); Biava 6, Zampedri, Mazzoleni. N.e.: Dall’Acqua, Saccomani, Dall’Ara. All. Mazzola - Zanelli.

LARDINI FILOTTRANO: Bosio, Vanzurova 11, Mazzaro 6, Cogliandro 15, Negrini 6, Scuka 13, Feliziani (L), Cappelli 1. N.e.: Tosi, Marangon, Galazzo, Rita. All. Bellano - Quintini.

ARBITRI: Fretta (To) e Giorgianni (Me).

PARZIALI: 21-25 (31’), 17-25 (23’), 20-25 (24’).

DURATA: 78’.

NOTE: Brescia: battute sbagliate 8, battute vincenti 1, muri 7, attacco 25%, ricezione positiva 51%. Lardini: b.s. 9, b.v. 4, mu. 3, att. 37%, ric. pos. 67%

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • «Tutto esaurito, clienti felici e niente multa»: chef Luana fa il sold out e stasera si replica

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

Torna su
AnconaToday è in caricamento