Martedì, 19 Ottobre 2021
Sport Filottrano

Lardini Filottrano, appuntamento storico contro l’Imoco Conegliano

L’Imoco Volley porta con sé al PalaBaldinelli un roster di straordinaria eccellenza. Presenti Hill (mvp dell’ultima Champions), Bricio, Wolosz, De Kruijf e le azzurre Folie, De Gennaro e Nicoletti

L’appuntamento è di quelli da segnare sul calendario, perché un’avversaria di tale portata dalle parti del PalaBaldinelli la Lardini non l’aveva mai incrociata. L’arrivo dell’Imoco Volley Conegliano (domenica, ore 17:00, terza giornata della Samsung Galaxy Volley Cup di serie A1), squadra che giusto sei mesi fa si giocava la possibilità di alzare al cielo la Champions League contro il Vakifbank Istanbul, è un appuntamento storico all’interno di una storia tutta da vivere.

Perché, per dirla con le parole di coach Alessandro Beltrami, «partite così sono bellissime da giocare e devono essere una festa coinvolgente per tutti». L’Imoco Volley porta con sé al PalaBaldinelli un roster di straordinaria eccellenza: sottolineare la presenza di Hill (mvp dell’ultima Champions), Bricio, Wolosz, De Kruijf o delle azzurre Folie, De Gennaro e Nicoletti è quasi riduttivo di fronte all’incredibile profondità di organico, che tiene conto degli impegni italiani ed europei della squadra di coach Santarelli. «Dobbiamo spostare l’obiettivo sulla nostra crescita – sottolinea l’allenatore della Lardini, Alessandro Beltrami –, specie in un momento della stagione in cui, a cominciare dalla partita con Conegliano, andiamo ad affrontare formazioni che hanno una velocità, una qualità e un’intensità superiori alle nostre. Dobbiamo confrontarci con questo livello e farlo a viso aperto, con un approccio garibaldino, rischiando qualcosa perché è l’unico modo per migliorare. Essere conservativi serve a poco quando affronti formazioni più forti di te. Abbiamo di fronte una squadra che, mal che vada, ci può insegnare parecchie cose. Mancherà un’atleta di qualità come Easy, ma hanno giocatrici importanti per sostituirla in maniera adeguata». Da un’assenza ad un’altra, quella di Asia Cogliandro nelle fila della Lardini. «Ci mancherà, perché dall’inizio della stagione ha dato tantissimo nell’affrontare una sfida del tutto nuova per lei. Ha messo la massima disponibilità, è stata, è e sarà sempre parte integrante del nostro gruppo. Anche per lei dobbiamo spingerci un po’ oltre i nostri limiti». Provando anche a fare affidamento sul fattore ambientale del PalaBaldinelli. «Avere il supporto e l’affetto dei tifosi, a prescindere dall’essere avanti o indietro nel punteggio, per noi è un elemento molto importante».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lardini Filottrano, appuntamento storico contro l’Imoco Conegliano

AnconaToday è in caricamento