Sport

Pallavolo, la Lardini Filottrano torna a vincere

A Milano contro il Club Italia ritrova una vittoria che inseguiva da tempo e lo fa con una prestazione fatta di volontà ma anche tanta qualità. Due set di grande spessore, poi subisce il ritorno del Club Italia

Pallavolo Lardini Filottrano

Milano. Lardini orgogliosa e vincente. A Milano contro il Club Italia ritrova una vittoria che inseguiva da tempo e lo fa con una prestazione fatta di volontà ma anche tanta qualità. Due set di grande spessore, poi subisce il ritorno del Club Italia, ma Filottrano sa ritrovarsi nel momento nel tie-break, recuperando e piazzando l’acuto vincente. Sospinta dai suoi impagabili tifosi (presenti in buon numero anche al Centro Pavesi di Milano), la Lardini legge subito bene la gara, sfruttando l’incisività del servizio di Cavestro (che infila due ace) per aprirsi la strada (3-7) per poi allungare il passo con Karic e Villani (4-9). Il tocco di prima di Malinov riporta sotto il Club Italia (7-9) ricacciato indietro da Argentati (8-12). E’ con il muro che le azzurrine creano i maggiori problemi a Filottrano (11-12) che fatica a trovare il campo e viene superata da Egonu (16-14). Martinelli alza la saracinesca: le sue lunghe leve a muro producono la parità (a 16) ed il nuovo vantaggio (17-18). La Lardini gioca con sicurezza, grazie anche al 48% in attacco: Stincone la proietta sul +3 (18-21), Karic da seconda linea tiene a freno la verve del Club Italia (20-22). Villani risponde a Guerra (21-24) e al primo set-point Karic mette giù il pallone dello 0-1. Egonu prova a rilanciare del quotazioni del Club Italia (6-4), ma è ancora sul servizio (di Martinelli) che la Lardini mette la freccia (6-7) prima di andare ad incocciare sul muro di Danesi (12-8). Dal time-out tecnico rientra però un Filottrano che non sbaglia un colpo, che rimette in parità il set con un ace fortunoso di Villani (12-12) e allunga con Karic, precisa in attacco e a muro (12-14). L’errore di Egonu chiude il break di 0-7 che consente alla Lardini di conquistare tre punti di vantaggio (12-15) difesi con grande sicurezza. In banda Villani e Karic fanno male e tengono a distanza il Club Italia (17-20). La schiacciatrice serba firma il 20-23 e al secondo tentativo mette il sigillo al 2-0 di Filottrano. Il doppio vantaggio mette le ali ad una Lardini che sul servizio di Argentati vola sull’1-6 in avvio di terza frazione. Ma la reazione della squadra di Mencarelli è veemente: il muro ed un servizio decisamente più ficcante mettono in difficoltà la Lardini e producono un break di 8-0 che di fatto fa cambiare direzione al match (9-6). Il servizio di Guerra (16-12) apre la strada ad un Club Italia che tocca il massimo vantaggio (18-13) con Egonu, ma Filottrano non demorde: Karic e un paio di errori la riportano sotto (19-17), Cavestro sigla il -1 (22-21) dopo un paio di salvataggi clamorosi di Feliziani. In dirittura d’arrivo però la Lardini inciampa in qualche errore banale (24-21), Karic annulla il primo set-point, Danesi riapre il match. Come nel parziale precedente Filottrano paga dazio in ricezione: il giro in zona-uno di Guerra è di quelli dolorosi oltreché redditizi per il Club d’Italia che dai blocchi scatta sul 7-1. Cavestro stoppa l’emorragia, il muro di Martinelli prima (8-5) e Argentati poi (12-9) tengono in linea di galleggiamento una Lardini che però viene ricacciata lontano dal turno al servizio di Orro sul quale Filottrano si smarrisce incassando un break di 8-0 (20-9). Il Club Italia è spinto da D’Odorico, la Lardini reagisce con Corazza (22-14) e con il muro di Martinelli (23-16), ma il gap è troppo ampio ed Egonu allunga la sfida al tie-break. In avvio di quinto set Filottrano deve fare i conti con qualche errore (4-1) e con il solito servizio pungente del Club Italia (ace D’Odorico del 7-5), ma resta sempre in gioco. Argentati riporta la Lardini in parità (7-7), la Karic mette la freccia del sorpasso (9-10); sbaglia anche il Club Italia e quando Martinelli si avventa su un pallone vagante (10-13) sembra fatta, ma prima Danesi a muro e poi D’Odorico cancellano il vantaggio esterno. Ci pensa allora la fast di Martinelli a garantire il match-ball a Filottrano tramutato in vittoria da un errore di D’Odorico.

CLUB ITALIA – LARDINI FILOTTRANO 2-3
PARZIALI: 21-25, 21-25, 22-25, 25-17, 13-15
CLUB ITALIA: Malinov 2, D’Odorico 14, Berti 2, Danesi 20, Guerra 13, Egonu 20, Spirito (L), Orro 2, Mabilo 6. N.e.: Piani, Bartesaghi, Zannoni (L2), Camperi. All. Mencarelli.
LARDINI FILOTTRANO: Stincone 2, Cavestro 11, Martinelli 11, Argentati 6, Karic 23, Villani 14, Feliziani (L1), Baroli, Corazza 4, Carloni, Lupidi, Malavolta (L2) 1. N.e.: Rita. All. Paniconi.
ARBITRI: Di Blasi e Moratti.
NOTE: Durata set: 26', 25’, 26’, 23’, 17’; tot: 117'. Club Italia: battute sbagliate 15, battute vincenti 7, muri 18, ricezione positiva 59%; Filottrano: b.s. 8, b.v. 7, mu. 12, ric. pos. 57%.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pallavolo, la Lardini Filottrano torna a vincere

AnconaToday è in caricamento