Immagine archivio
Sport

Rugby: la Palmonbina’s Cup torna al Cus Ancona, botta d'arresto per i gialloblu

Termina con un'amara sconfitta per il Falconara il derby dorico della palla ovale. Contro ogni pronostico il Cus Ancona si è imposto sui cugini falconaresi con il punteggio di 10 a 8

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Termina con un'amara sconfitta per il Falconara il derby dorico della palla ovale. Contro ogni pronostico il Cus Ancona si è imposto sui cugini falconaresi con il punteggio di 10 a 8 aggiudicandosi così, dopo una partita avida di spettacolarità e di buon gioco, la vittoria. Importante botta d'arresto, invece, per i gialloblu che in ottanta minuti perdono la vetta della classifica e la possibilità di tenere tra le proprie mani la Palombina's Cup.

La sfida vede le due squadre scendere in campo nervose e prive di concentrazione, e già dai primi minuti sono molti i falli commessi che porteranno da lì a breve all'ammonizione di un giocatore per parte.

La partita prende una piega positiva per il Falconara che dopo soli 8 minuti dal fischio d'inizio fissa sul tabellone i primi 3 punti del match grazie alla punizione realizzata da Bianconi. Lo spettacolo stenta a decollare e le azioni sono frammentate e prive di efficacia. I ragazzi dei mister Fagioli - Marinelli restano in zona offensiva e realizzano la prima meta della partita al 26' grazie ad una percussione degli uomini di mischia conclusa da Lanari. La reazione dei padroni di casa non si fa attendere e i neroverdi iniziano a crescere e a conquistare terreno fino a giungere proprio allo scadere della prima frazione di gioco in meta, fissando così il risultato sul 7 a 8.

Il secondo tempo altro non è che una brutta copia del primo, dove si susseguono falli ed errori in entrambe le formazioni. All'11' i dorici ottengono e trasformano un calcio di punizione e si portano così in vantaggio di due sole lunghezze. Il Falconara prova a reagire ma non riesce a minacciare l'area di meta del Cus Ancona che così riesce ad ottenere la vittoria.

"Siamo scesi in campo deconcentrati, privi di determinazione e lucidità - commentano i mister Fagioli e Marinelli -. Abbiamo fatto un notevole passo indietro nel nostro percorso di crescita, ricadendo in errori banali e in falli inutili che hanno impedito l'espressione del nostro gioco. Ora dobbiamo concentrarci e lavorare intensamente in questa settimana che ci porterà alla sfida casalinga di domenica contro il Macerata, dove ci giocheremo il tutto per tutto per la conquista del campionato."

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rugby: la Palmonbina’s Cup torna al Cus Ancona, botta d'arresto per i gialloblu

AnconaToday è in caricamento