Il talento di Erik Lamela sbarca a Jesi, visita a sorpresa dell'attaccante del Tottenham

Il forte attaccante degli Spurs è atterrato in mattinata all'aeroporto di Falconara. Poi visita in Comune ed al centro sportivo della Jesina Calcio

JESI - Tutti lo chiamano "El Coco", soprannome datogli da piccolo, quando il suo fratellino non sapeva prononciare il suo nome e lo chiamava Coco. Lui è Erik Manuel Lamela, 24enne attaccante argentino, in forza al Tottenham Hotspur, formazione della Premier League inglese.

Il mancino nato a Buenos Aires, transitato nel nostro Paese con la maglia della Roma, è arrivato in città in mattinata, dopo essere atterrato all'aeroporto di Falconara. Il giovane talento argentino è stato ospite dell'avvocato Montaruli, con il quale dovrà discutere alcuni investimenti da fare nella zona. Ma il giocatore non ha solamente parlato di affari. Dopo una camminata per le vie del centro, Lamela ha fatto visita in Comune, dove ha incontrato l'assessore allo sport Ugo Coltorti. Non poteva mancare il blitz al centro sportivo della Jesina Calcio, dove il 24enne ha incontrato la squadra, che si sta preparando alla trasferta di Chieti, tra l'entusiasmo di tutti i giocatori.

Accompagnato dal padre, ha poi pranzato in un ristorante della zona. «Il giocatore è arrivato con i suoi avvocati e suo padre per degli affari nella zona -ha commentato l'assessore allo sport Ugo Coltorti. E' stata una gran bella chiacchierata. Lamela ha incontrato i ragazzi della prima squadra della Jesina e ci ha fatto una visita di cortesia in Comune. E' veramente un ottimo ragazzo». Il giocatore nel pomeriggio si fermerà ad Ancona, mentre il suo ritorno a Londra è previsto per domani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • «Tutto esaurito, clienti felici e niente multa»: chef Luana fa il sold out e stasera si replica

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

Torna su
AnconaToday è in caricamento