Sport

La Giovane Ancona è una bottega di talenti: mezza squadra è tra i professionisti

5 giocatori della squadra Giovanissimi vicecampione Regionale stanno volando verso il professionismo

La Giovane Ancona

La scuola calcio Giovane Ancona si conferma una bottega di talenti.  Negli ultimi anni si sono moltiplicati i casi di baby calciatori allevati dalla Società del Patron Schiavoni e del Presidente Franzoni che sono stati scelti da squadre professionistiche. Tra i casi più importanti ad esempio quello del portiere Giacomo Moretti, cresciuto in biancorosso e ora tra le fila della Primavera della Lazio, e Pietro Giordani, in forza alla Primavera del Frosinone. Sulle sue orme, in questi anni tanti tesserati della Giovane Ancona hanno spiccato il volo, ma mai come in questa stagione. La squadra Giovanissimi 2018/19, guidata da Mister Federico Sbarbati fino al titolo di Vicecampioni Regionali, è stata letteralmente presa d’assalto da squadre professionistiche, anche di Serie A.

«Un risultato che parte da lontano, frutto di programmazione, serietà e amore per questo sport» commenta il Responsabile del Settore tecnico Biancorosso Sandro Santini. «Un ruolo importante nella crescita dei nostri ragazzi viene anche dalla partnership con L’Atalanta e dal progetto “Noi in Gioco per la Macroregione Adriatico Ionica" - gli fa eco il Presidente Diego Franzoni - iniziative che hanno portato i nostri tesserati a seguire campus e training di qualità, e a partecipare a tornei internazionali in Italia e all’estero. Tutto questo sarebbe stato impossibile senza l’aiuto della famiglia Schiavoni: Sergio e i suoi figli ci stanno vicini e ci sostengono, anche al di là dell’aspetto economico».

Ecco spiegato il piccolo record di questa stagione: 5 giocatori della squadra Giovanissimi vicecampione Regionale stanno volando verso il professionismo. Giovanni Perini, classe 2005, è passato al Sassuolo. «Attaccante, destrorso, ha nel colpo di testa il suo punto forte - lo descrive così Mister Federico Sbarbati, che lo ha lanciato - nonostante il fisico imponente è molto veloce».
Ancora. Massimiliano Sopranzi, classe 2005, è stato prelevato dal Fano. «Attaccante bravo tecnicamente - dice Sbarbati - dribbling funambolico, un bel destro».  La Fermana si è assicurata le prestazioni di Filippo Tavoni: «Un 2004, un bel Terzino - spiega il Mister - piede sinistro, fisicamente prestante, dotato di un gran passo». Ha spiccato il volo verso Fano Riccardo Raimondi, portiere dai grandi riflessi, «quasi sempre nella posizione giusta» - dice di lui Sbarbati. Le sirene di mercato cantano poi di un forte intesse dell’Empoli per Paglialunga. Ne sapremo di più in seguito. Altre belle notizie arrivano dalle conferme per i ragazzi cresciuti alla Bottega di Mister Santini e messi in prova la scorsa stagione. Pietro Candelari, classe 2005, confermato a Fano. Tommaso Marinelli, 2003 confermato a Fano. Marco Venanzi, 2003 passato da Ascoli a Fano. Lorenzo Paccamiccio classe 2002 passato da Jesi alla Fermana. Giovane Ancona, bottega di talenti. E la storia continua.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Giovane Ancona è una bottega di talenti: mezza squadra è tra i professionisti

AnconaToday è in caricamento