Squalifica Schwazer, Tamberi duro: «Trovato due volte positivo, giusto punirlo»

L'altista di Offagna ha commentato la condanna ad 8 anni per doping inflitta ad Alex Schwazer. «Il doping non deve far parte del nostro mondo»

«Ho sempre pensato che un atleta pizzicato per doping non debba più vestire la maglia azzurra. Non rappresenta i valori della nazionale». Non la tocca di certo piano Gianmarco Tamberi. Come ha riportato l'Ansa, l'altista di Offagna è intervenuto riguardo la squalifica ad 8 anni per doping, inflitta ad Alex Schwazer. «Ho sempre pensato che un atleta pizzicato per doping non debba più vestire l'azzurro. E' stato trovato positivo due volte, non sono io a dirlo».

Tamberi, out per infortunio, ma presente a Rio come tifoso, ha insistito sulla sua dura posizione, ribadendo il pensiero già espresso dopo la prima squalifica dell'atleta altoatesino: «Il mio non è un accanimento contro Schwazer. Semplicemente è il mio modo di concepire lo sport. Difficile pensare ad un complotto della Wada. Se così fosse sarebbe gravissimo. Otto anni sono giusti? Non lo so, ma per due volte è stato trovato positivo. Il doping è sporco e non deve far parte del nostro mondo.»

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • «Tutto esaurito, clienti felici e niente multa»: chef Luana fa il sold out e stasera si replica

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

Torna su
AnconaToday è in caricamento