Sport Falconara Marittima

Futsal, Falconara di misura sul Granzette fa 10 su 10 e si conferma capolista

Sofferta quanto vuoi ma alla fine il Città di Falconara ha la meglio, di misura, sul sempre insidioso Granzette Rovigo

FALCONARA - Dieci su dieci. Sofferta quanto vuoi ma alla fine il Città di Falconara ha la meglio, di misura, sul sempre insidioso Granzette Rovigo. A complicare un match che le ragazze di Neri conducevano in doppio vantaggio ci pensa l’arbitro che estrae il rosso per Isa Pereira e lascia le padrone di casa in quattro. La cronaca. Il Granzette parte bene e nei primi minuti dà lavoro a Dibiase che vola al 2’ per deviare in corner la botta di Andreasi e poi sterilizza Troiano in incursione centrale e subito dopo ancora dalla distanza. Al 3’50’’ il gol che spezza l’equilibrio iniziale: lo realizza Isa Pereira che riceve pallone in area sulla destra, finta a rientrare e mette la palla sotto le gambe di Famà. Il portiere delle venete si fa perdonare attorno al 6’ quando è miracolosa sulla botta sicura di Taty in triangolazione di prima con Dal’maz. Le ospiti si rendono pericolose al 6’30’’ in contropiede con Longato che viene però chiusa da Dibiase e Taty. Proteste Citizens attorno al minuto 15: Luciani entra in area e nonostante la tirata di maglia da parte di Costa (ci starebbe la punizione dal limite) riesce a tirare ma la traiettoria e toccata di mano dalla stessa avversaria sulla corsa. Di tutto questo, l’arbitro non vede nulla.

Nel finale il Granzette potrebbe pareggiare ma Cintia Pereira svirgola a ribattuta sicura dopo la parata di Dibiase su Longato. Sventato il pericolo le Citizens si ributtano in avanti per cercare un raddoppio. Non ci riesce Taty al 17’ fermata dal palo, ce la fa Marta a 3 secondi dal termine grazie a pressing offensivo di Taty e Luciani che stoppano il tentativo di ripartenza del Granzette. L’ultimo sussulto lo regala Iturriaga all’ultimo secondo con una botta su punizione, forte ma a lato. Nella ripresa le falchette controllano e non mancano di impensierire la retroguardia avversaria trovando tuttavia in Famà un muro insuperabile. Il portierone veneto si supera su Guti al 5’ e su Dal’maz un minuto dopo. Gara che si trascina stanca fino al 14’ quando l’arbitro (lo stesso della topica su Luciani nel primo tempo) espelle incredibilmente Isa Pereira dopo uno scontro fortuito (la centrale falconarese era spalle alla porta) con Famà in uscita. Il Granzette approfitta della temporanea superiorità numerica per accorciare con Longato. Un gol che risveglia le velleità delle ospiti. Le azzurre di casa potrebbero tornare a +2 con Dal’maz ma Famà non ne vuole più. Idem Taty e compagne che serrano le fila in difesa, amministrano e conducono in porto la decima vittoria stagionale. Il sogno continua. “Abbiamo creato occasioni ma non le abbiamo finalizzato e contro squadre come il Granzette rischi qualcosa. Avevamo il controllo ma poi con un’espulsione assurda abbiamo preso gol e rischiato. Dove possiamo arrivare? Dobbiamo lavorare sodo come abbiamo sempre fatto. La pausa ci ha un po’ arrugginiti ma possiamo tornare ad avere lo stesso sprint di prima attraverso il lavoro” commenta mister Massimiliano Neri al termine della gara.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Futsal, Falconara di misura sul Granzette fa 10 su 10 e si conferma capolista

AnconaToday è in caricamento