menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Giulia Domenichetti in azione

Giulia Domenichetti in azione

Città di Falconara, 8 gol al Flaminia e la testa già al Cagliari

Poker della Domenichetti, già in forma campionato, nell'amichevole del PalaBadiali: «Test molto utile contro una buona squadra. Dobbiamo lavorare sui nostri difetti»

Meno 8 all'inizio della A Elite. E 8 è anche il numero di gol messi a segno dal Città di Falconara nell'amichevole di ieri sera al PalaBadiali contro il Flaminia Fano. CdF con un'arma in più: una Giulia Domenichetti già in forma campionato che lancia le Citizens con un poker personale. La falconarese corre, incita le compagne, non si tira mai indietro. E, soprattutto, segna. Suo il gol che rompe l'equilibrio iniziale, seguito dal centro di Benedetta De Angelis per il 2-0 del primo tempo. E sue anche le successive tre marcature nella ripresa, dopo che il Flaminia era riuscito ad accorciare le distanze con la Fatica. «Era l'ultima amichevole e ci tenevamo a fare bene perché l'inizio del campionato è imminente – commenta la Domenichetti - Il Flaminia nonostante sia una categoria inferiore è una squadra organizzata che gioca un buon futsal. È stato un test molto utile. Dobbiamo fare tesoro delle cose buone che si sono viste e continuare a lavorare per limare i nostri difetti».

Sul 5-1 gli spazi si aprono e le Citizens dilagano. Altro gol della De Angelis (doppietta per lei), più le reti di Ana Alves (galvanizzata dalla convocazione con la Nazionale portoghese) e di Chiara Brutti per il definitivo 8-1 del PalaBadiali. Gol che non portano punti ma che danno luce verde a una crescita costante e a un Città di Falconara pronto per il match di sabato 1 ottobre, prima giornata del girone A della serie A Elite, contro il Cagliari. Da registrare le ottime prestazioni di Sofia Luciani, prova generosa e a tutto campo la sua, e della portoghese Sara Correia, sempre più sicura e inserita nei meccanismi di gioco disposti da mister Francesco Battistini. Vanno rifiniti gli ultimi dettagli e c'è tempo, come detto, una settimana. Poi si inizia a fare davvero sul serio.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento