menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Alessandro Squartini

Alessandro Squartini

Futsal, Alessandro Squartini: «Il Cus C5 sarà pronto per l’inizio del campionato»

Con la preparazione iniziata da due settimane ed archiviata la prima uscita stagionale con il Castelbellino proviamo a fare il punto della situazione in casa del Cus Ancona proprio con Alessandro Squartini.

ANCONA - Per tutti è il prof e il riferimento non può che essere ad Alessandro Squartini preparatore atletico del Cus Ancona C5 formazione che milita nel campionato nazionale di serie B. Un ruolo piuttosto delicato quello ricoperto dal preparatore atletico chiamato a programmare una intera stagione sportiva che mai come  quest’anno si preannuncia piuttosto complicata. Con la preparazione iniziata da due settimane ed archiviata la prima uscita stagionale con il Castelbellino proviamo a fare il punto della situazione in casa del Cus Ancona proprio con Alessandro Squartini.

«Queste prime due settimane sono andate bene anche se in questi giorni andremo ad aumentare i carichi di lavoro. Con il Castelbellino ci siamo mossi bene, la squadra è apparsa reattiva e siamo riusciti a tenere i ritmi piuttosto alti senza soffrire più di tanto». Cosa è cambiato rispetto allo scorso anno secondo il suo punto di vista? «La metodologia di lavoro è sempre la stessa anche per il fatto che in questi anni i risultati non sono mancati. Rispetto alla passata stagione la rosa si è ringiovanita il che significa che questa potrebbe essere una squadra esplosiva sotto il punto di vista atletico nell’arco dell’intera stagione».

Lo scorso anno ad agosto si era ritrovato a lavorare con una squadra ferma da tre mesi ora invece cosa cambiato dopo il lockdown con la stagione che di fatto è stata annullata a fine marzo?  «All’inizio della preparazione c’era un certo timore e invece questa sorta di inattività sembra non aver lasciato il segno. Questo è da attribuire alla rosa composta da elementi giovani che non hanno sofferto più di tanto la lontananza dal campo. Va anche detto che se da una parte non ci sono stati tornei estivi molti di questi ragazzi hanno trovato il modo di tenersi in condizione svolgendo un lavoro atletico per proprio conto».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

«Venerdì firmo la nuova ordinanza, zona rossa fino al 14 marzo»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento