Lunedì, 27 Settembre 2021
Sport

Dolphins Ancona, domenica torna dopo 29 anni il derby dell'Adriatico

Poche ore al derby dell'Adriatico che dopo 29 anni di lunga attesa rivedrà in campo opposti gli UTA Angels Pesaro ai Gls Dolphins Ancona

Poche ore al derby dell’Adriatico che dopo 29 anni di lunga attesa rivedrà in campo opposti gli UTA Angels Pesaro ai Gls Dolphins Ancona. A dirla tutta la formazione pesarese è tornata nella massima divisione grazie alla sinergia con i Titans di Forlì, ma questo toglie ben poco al sapore speziato e piccante di questo match.

Tantissimi gli ex Dolphins in casacca UTA, sia in campo che sulla side line, chi per una sola stagione chi invece ha scritto la storia dei dorici nelle stagioni dei quattro Superbowl e delle Coppe Campioni dei primi anni del 2000, a partire dal presidente Angels Francesco Paolo Fabbri. La proprietà transitiva vale anche per uno degli attuali allenatori Dolphins che stasera vivrà un derby tutto suo: coach Pierluigi “Pippi” Moscatelli. La sua vita sportiva è patrimonio del football italiano. Nella ”All of fame” tricolore Moscatelli è senza dubbio tra i primi cinque giocatori più forti di sempre, e non certo al quinto posto. Vincitore con la nazionale italiana degli Europei del 1983 e del 1987 ha avuto esperienze da protagonista in college americani e dettato legge in Italia con gli Angels di fine anni ’80, quella favolosa macchina che purtroppo perse due Superbowl consecutivi.
Poi venne la crisi societaria dei cucinieri, Pippi si trasferì per una stagione con i Seamen Milano, tornò a Pesaro e poi con la chiusura degli Angels andò in casa Chiefs Ravenna. Nel 2001 dopo anni dedicati al basket giocò una stagione con i Gls Dolphins di coach Luchena, l’anno del primo Superbowl degli anconetani.

Giocatore dal fisico possente ha dominato nella sua era sia la linea di difesa che quella di attacco e grazie alla sua indiscussa esperienza fu richiamato nel 2010 dai rinati Angels Pesaro come head coach. Due estati fa venne annunciato il suo spostamento in casa Dolphins dove è oramai una certezza come allenatore del reparto difensivo. «E’ il derby del cuore – Moscatelli non ha dubbi – per me sarà una partita altamente emotiva che metterà a confronto il mio passato con il mio presente».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dolphins Ancona, domenica torna dopo 29 anni il derby dell'Adriatico

AnconaToday è in caricamento