Domenica, 26 Settembre 2021
Sport

Emergenza Covid, Acquaroli: «Per lo sport non fermerei il Paese»

Il presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli, ospite in collegamento della trasmissione Agorà, ha detto la sua sulle misure introdotte dall'ultimo Dpcm del Governo in materia di sport amatoriale

«Per lo sport professionistico io tenderei a non fermare il Paese però capisco anche le preoccupazioni ed i condizionamenti». Il presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli, ospite in collegamento della trasmissione Agorà, ha detto la sua sulle misure introdotte dall'ultimo Dpcm del Governo in materia di sport amatoriale e sulla situazione delle società sportive dilettantistiche e professionistiche.

«Dobbiamo cercare di dare un messaggio di normalità e di non fermare il paese- premette Acquaroli-. C'è una differenza sicuramente tra lo sport professionistico e lo sport dilettantistico. Per lo sport dilettantistico, soprattutto per gli sport di squadra, il fatto di rischiare andare in quarantena è un problema molto grande perchè rischia di portare via dalla propria professione e dalla propria quotidianita' un numero importanti di atleti e quindi tante società si stanno chiedendo se è opportuno rinviare i campionati alla prossima primavera. Per lo sport professionistico c'e' un elemento differente».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza Covid, Acquaroli: «Per lo sport non fermerei il Paese»

AnconaToday è in caricamento