menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Elia Viviani

Elia Viviani

Problema al battito cardiaco per Viviani, il controllo ad Ancona e poi l'operazione

Il velocista della Cofidis era reduce da uno stage organizzato a Benidorm, in Spagna, e si stava allenando per le strade del Veronese quando ha notato un lieve problema al battito cardiaco

«Domenica scorsa ho sentito un problema al battito cardiaco. Con il mio medico personale, abbiamo deciso di effettuare un check up completo in una clinica di Ancona. Dopo questi test, sono stato sottoposto ad una leggera operazione che ha avuto successo. Sono molto felice di aver trovato il problema e di poter andare avanti. Ora due settimane di riposo, prima di riprendere gli allenamenti. La mia motivazione è intatta». Questo è il commento del ciclista veronese Elia Viviani rilasciato dopo la brutta disavventura che gli è capitato domenica 17 gennaio.

Il velocista della Cofidis era reduce da uno stage organizzato a Benidorm, in Spagna, e si stava allenando per le strade del Veronese quando ha notato un lieve problema al battito cardiaco. Il suo medico personale e l'unità medica del team Cofidis si sono trovati d'accordo nel voler sottoporre Viviani ad una serie di esami cardiaci in una rinomata clinica del capoluogo marchigiano. Il medico di Cofidis Michel Cerfontaine ha commentato: «Mercoledì è stato sottoposto ad esami che permettono di diagnosticare possibili aritmie ed è andato tutto liscio». Elia Viviani dovrà ora restare a riposo per due settimana prima tornare in sella. La sua stagione comincerà a febbraio, quando parteciperà al Giro degli Emirati Arabi Uniti.

LEGGI LA NOTIZIA SU VERONASERA

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento