Dolphins Ancona, uno svedese per la difesa: arriva Hugo Dyrendahl

Hugo Dyrendahl è il terzo e ultimo straniero per la stagione 2021, linebacker proveniente da Stoccolma, scoperto da Rik Parker da adolescente

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Si chiama Hugo Dyrendahl e viene dalla Svezia. Ed è lui il terzo giocatore straniero dei GLS Dolphins Ancona per la stagione 2021. Linebacker, 23 anni, nato a Stoccolma e cresciuto nel distretto di Sodermalm, Dyrendahl dimostra sin dalle prime esperienze sui campi da football di saperci fare tanto da essere selezionato dalla under 19 svedese per disputare il campionato europeo. Arriva dall’AIK Solna. A spiegarci come si è giunti a questa scelta ce lo spiega direttamente Coach Roberto Rotelli: «Quest’anno la Fidaf ha deciso di cambiare le regole per quel che riguarda i giocatori di scuola straniera che una squadra italiana può tesserare. Via un americano, dentro un giocatore di scuola europea. Così noi Dolphins ci siamo messi alla ricerca di un giocatore che potesse corrispondere alle nostre esigenze. Scegliere il giusto profilo è stato un processo che ha richiesto qualche giorno in più per pensare ma è stato molto stimolante». «La scelta –è sempre Rotelli a parlare- è così caduta su Hugo. A segnalarcelo e suggerircelo è stato il nostro Supervisor Coach Rik Parker, che lo ha allenato e formato alla Academy svedese del football». Hugo ha anche partecipato ad una delle combine organizzate dalla Canadian Football League, la CFL (la seconda lega professionistica al mondo dopo la NFL, ndr), risultando uno dei linebacker europei più interessanti. Soprattutto, Dyrendahl era stato scelto e contattato, con tanto di borsa di studio, per giocare in diversi college americani. Ma mentre stava scegliendo in qualche università andare ha dovuto rinunciare al suo sogno a causa motivi familiari. Ma quali sono le caratteristiche tecniche che meglio lo definiscono? «Senza dubbio è un atleta molto completo e veloce. Basti pensare che ha ottenuto un tempo di 4,62 sulle 40 yards. Riesce a giocare anche come uomo di linea, come defensive end. Inoltre ci è piaciuto sin da subito come si è posto verso di noi e quanto entusiasmo ha dimostrato nell’accettare questa avventura. Un atteggiamento che lo porterà ad integrarsi perfettamente sia con il gruppo di ragazzi italiani che con gli americani Collin DiGalbo e Zac Quattrone». Hugo sarà ad Ancona dalla prossima settimana in vista dell’inizio del campionato previsto per l’11 aprile. Antonio Bomba (Responsabile Comunicazione GLS Dolphins Ancona)

Torna su
AnconaToday è in caricamento