Lunedì, 17 Maggio 2021
Sport Palombare

Under 17 flag, i Dolphins in prima linea per i giovani e lo sport

La rappresentativa nasce quest'anno per permettere ai ragazzi di fare sport all'aria aperta e in massima sicurezza, i risultati passano in secondo piano

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Poche ore prima che i grandi della prima squadra vincessero per 35-0 contro i Ducks Lazio, protagonisti all’Arnaldo Fuso di Ciampino sono stati i ragazzi della under 17 flag dei GLS Dolphins Ancona. Un progetto, quello della flag 2021, nato all’ultimo. Ma non per questo poco importante o trascurabile. Anzi. Ma cosa c’è alla base di questa iscrizione al campionato Fidaf? Ce lo spiegano Paolo Belvederesi, dirigente della stessa, e Roberto Rotelli coach assieme a Rik Parker della rappresentativa delfina. «Il nostro scopo –spiega Paolo Belvederesi- era e resta quello di tenere vivi ed in attività questi ragazzi. Farli uscire un po’ di casa e fargli fare attività fisica in tutta sicurezza in un periodo difficile e soffocante come questo, dove le scuole sono chiuse e quando sono aperte l’educazione fisica non è consentita». I ragazzi sono pochi ma non per questo l’entusiasmo o la dedizione latitano. Anzi. «Siamo riusciti ad organizzare la squadra –torna a spiegare Belvederesi- grazie alla deroga Fidaf che ci permette di utilizzare per questa stagione anche giocatori sotto i sedici anni. E’ vero, il roster è contingentato. Ma per noi uno vale uno e non lasciamo nessuno indietro. Hanno voglia di imparare il football e noi siamo qua per soddisfare questa loro voglia». «Stare a guardare i risultati ci importa poco –esordisce Roberto Rotelli- ciò che conta per noi è l’impegno dei singoli ragazzi e ciò che riusciranno ad imparare da questa esperienza. Come ha detto Paolo alcuni sono under 16 con deroga. Altri sono ragazzi che non avrebbero trovato per mille motivi posto in prima squadra ed hanno accettato con piacere e spirito di iniziativa di far parte di questa avventura». «Da parte nostra –è sempre Rotelli a parlare- offriamo presenza di almeno un allenatore al campo, tutte le misure di sicurezza previste dai protocolli Covid rafforzate da nostri specifici provvedimenti, come misurazione costante della febbre e tamponi periodici e costanti a tutti». Con i pari categoria dei Ducks i Dolphins hanno totalizzato tre sconfitte su tre: 49-0 la prima partita, 25-12 la seconda e 27-6 la terza. Troppo avanti i Ducks nella preparazione e nella formazione dei ragazzi, per non parlare della quantità di giocatori schierabili, per poterli soltanto impensierire. Pazienza. Non importa. «Ho visto i ragazzi impegnarsi –conclude Rotelli- lottare e soprattutto divertirsi. Nonostante le tre sconfitte tutti sono usciti dal campo col sorriso. E questo è ciò che per noi più conta». Il prossimo ed ultimo bowl previsto, salvo qualificazione ai play off, è l’8 maggio al Nelson Mandela contro la Legio XIII Roma. Anche in questo caso previste tre partite. (FOTO GERMANO CAPPONI) Antonio Bomba (Responsabile Ufficio Stampa GLS Dolphins Ancona)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Under 17 flag, i Dolphins in prima linea per i giovani e lo sport

AnconaToday è in caricamento