Sabato, 16 Ottobre 2021
Sport

Disabilità visiva, il progetto dell'Uici: «Mai più un ostacolo per lo sport della barca a vela»

Il progetto verrà implementato nella città di Ancona, ma mira a coinvolgere i ragazzi disabili visivi che abitano in tutte le Marche e nell’intero territorio nazionale

"Io OSO! Oltre la Vela". Questo è il progetto con il quale UICI, Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Consiglio Regionale Marche, ha deciso di prendere parte al Bando OSO, indetto da Fondazione Vodafone Italia. «Con l'iniziativa - spiega la Presidente della UICI Marche, Alina Pulcini - si intende diffondere la pratica della barca a vela tra ragazzi con disabilità visiva, e le loro famiglie, per promuovere l'autonomia, la crescita individuale e le proprie abilità».

Il contatto con la natura, la conoscenza delle correnti e la collaborazione all'interno delle imbarcazioni sono tutti elementi che rendono lo sport della barca a vela unico ed all'insegna dello spirito di adattamento. Il progetto verrà implementato nella città di Ancona, ma mira a coinvolgere i ragazzi disabili visivi che abitano in tutte le Marche e nell’intero territorio nazionale. "Vogliamo dare non solo l'opportunità ai nostri ragazzi di avvicinarsi alla disciplina della barca a vela, ma anche creare una coesione tra loro e persone normodotate, in maniera tale da far vivere, anche a quest'ultimi, un'esperienza indimenticabile. Inoltre verranno formati diversi istruttori velisti all'insegnamento di questa pratica nei confronti di persone con disabilità visiva, arricchendo così le loro conoscenze e competenze". Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, Consiglio Regionale Marche, sarà la capofila del Bando OSO, ma parteciperanno in forma di partenariato anche Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ETS-APS Presidenza Nazionale, Lega Navale di Ancona e Record Data, azienda fanese leader in servizi informatici e comunicazione digitale. E per promuovere il progetto è stato scelto un testimonial d'eccezione, il dodicenne di Recanati Mario Frapiccini, velista già da diversi anni. "Pratico questo sport dall'età di 7 anni - racconta il giovane sportivo - quando vado in mare provo delle sensazioni uniche che consiglio a tutti di vivere". "Gli organizzatori e promotori del bando - racconta la Presidente Alina Pulcini - stanno vagliando proprio in questi giorni il nostro progetto, il sostegno da parte dei nostri concittadini ora è molto importante. Invitiamo caldamente tutti a seguirci sia nella nostra pagina Facebook ufficiale UICI Marche, sia nella piattaforma OSO www.ognisportoltre.it”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disabilità visiva, il progetto dell'Uici: «Mai più un ostacolo per lo sport della barca a vela»

AnconaToday è in caricamento