PalaBadiali amaro per il Città di Falconara, vince il Montesilvano in rimonta

Tutto nella ripresa dopo un primo tempo inchiodato sullo zero a zero nonostante ottime occasioni per Lucileia da una parte e per Vieira per le padrone di casa

Lidia Moreira

Il Città di Falconara cade in casa contro il Montesilvano e, dopo sei risultati utili consecutivi, mastica amaro. Stesso risultato dell’andata 2-4, pur giocando molto bene nel primo tempo e passando in vantaggio ad avvio di  ripresa. Partita equilibrata – da segnalare anche il gol all’esordio per Lidia Moreira – ma che le abruzzesi portano a casa rimanendo concentrate fino alla sirena. Tutto nella ripresa dopo un primo tempo inchiodato sullo zero a zero nonostante ottime occasioni per Lucileia da una parte e per Vieira per le padrone di casa con i palloni che sfilano di un niente.

Amparo fa volare Dibiase, Pereira impegna Sestari. Meglio il CdF nel finale con occasioni a ripetizione: la più ghiotta ce l'ha Dal'maz, presa in contro tempo dal gran diagonale di Guti a Sestari battuta. La ripresa s'infiamma dopo appena 33 secondi. Dal'maz scardina il pallone dai piedi di Amparo e serve Luciani che glielo restituisce resistendo al pressing avversario, appoggio laterale per l'accorrente Vieira che non sbaglia e fa esplodere il PalaBadiali. Il Montesilvano accusa, le Citizens approfittano ma Sestari tiene in piedi la baracca: doppia parata su Dal'maz e sulla ribattuta di Luciani, poi su Vieira e infine ancora su Luciani in diagonale. Il Montesilvano resta a galla e pareggia con Belli, abile a girarsi spalle alla porta e colpire in diagonale. Sempre Belli, insidiosa più che mai, subito dopo costringe Dibiase al miracolo. Dal'maz dall'altra parte copia Belli ma senza inquadrare lo specchio. Ma il Montesilvano ormai si è rivitalizzato. Macina e passa in vantaggio al 12' grazie a una puntata dalla distanza di Amparo. Una manciata di secondi e la portoghese Lidia Moreira battezza il suo esordio con la rete del 2-2 resistendo alla pressione di Amparo in area, su assist al bacio di Luciani. Ma il Montesilvano non è cliente che si arrende e sa fare malissimo. Da palla inattiva, e su questo bisognerà concentrarsi, arrivano i successivi gol di Belli e di Amparo che fanno prendere il largo alle abruzzesi. Il forcing finale delle falchette, con Pereira quinta di movimento, non inverte la rotta. Non c’è tempo né di rammaricarsi, né di riposare perché mercoledì 22 si torna già in campo per la Coppa della Divisione. Partita da dentro o fuori in Puglia contro il Real Statte con accesso, in caso di vittoria, alla Final Four prevista per il 22 e 23 febbraio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La malattia ha spento il sorriso di Carlo Termentini, lutto nell’imprenditoria

  • Assiste all'esordio del figlio con l'Ascoli e poi si ricovera, la tenera lettera in ricordo di Roberto

  • Schianto terribile a Posatora, tenta di evitare un gatto e si ribalta: è grave

  • I carabinieri: «Apra il cofano», lui: «C'è solo un po' di fumo». Arrestato con 5 kg di droga

  • Vedere il figlio nel calcio professionistico, il sogno di papà Roberto si realizza prima di arrendersi alla malattia

  • Esce dal reparto di ortopedia e finisce direttamente al Pronto Soccorso

Torna su
AnconaToday è in caricamento