Canottaggio, prima gara della stagione per i giovani del gruppo vigili del fuoco "Maggi"

Domenica prossima dunque occhi puntati sugli equipaggi

I ragazzi del gruppo vigilI del fuoco "Maggi"

Sono una quindicina i giovani canottieri anconetani che saranno impegnati il 31 marzo prossimo a Standiana di Ravenna nelle gare interregionali di canottaggio. Si tratta della prima gara ufficiale che apre la stagione agonistica di questo sport e alla quale prendono parte le migliori società del nord, centro e sud Italia. Il prestigio della scuola vogatrice dorico verrà difeso dai giovani atleti della società Vigili del Fuoco “Maggi” formatisi negli ultimi due anni sotto la guida esperta dell’allenatore Guido Guidi. Gli atleti, con un’età che varia dai 10 ai 14 anni, prenderanno parte alle gare nelle varie specialità che sono formative per poter accedere alla categoria ragazzi e al mondo professionistico del canottaggio.

«Ci confrontiamo con realtà diverse – spiega il coach Guido Guidi - Per noi è un momento importante. C'è un impegno biennale che va avanti. Questi ragazzi, che si allenano dalle tre alle cinque volte alla settimana non trascurando gli studi, si sono impegnati durante l’inverno negli esercizi a secco in palestra e sporadicamente, quando il tempo lo ha permesso, anche in mare. In taluni casi avranno avversari più allenati nella voga in acqua in quanto avendo nelle proprie località i laghi possono uscire più spesso con le imbarcazioni. Ma noi siamo abituati a non piangerci addosso, sappiamo che la nostra situazione è questa e da vari anni andiamo avanti per la nostra strada portando i ragazzi a competere anche in campo internazionale».

Nel gruppo dei magnifici quindici ci sono delle new entry, ragazzi che si nono ben integrati con i loro coetanei e che formano ora un gruppo coeso. Ciò che viene insegnato a chi fa questa disciplina non è solo lo sport ma una filosofia di vita. Tra le proprie qualità un canottiere vanta non solo la conoscenza e la pratica di uno sport di nicchia, che richiede sacrifici e sani principi morali, ma fatto anche di collaborazione, rispetto e spirito di gruppo. Il rispetto va anche agli altri. Durante la premiazione delle gare non c’è il podio. Nel canottaggio, infatti, c’è un estremo rispetto per gli avversari, per questo l’unica distinzione tra i finalisti è il colore della medaglia. Il canottaggio ad Ancona non ha una grande visibilità come merita per poter essere apprezzato in pieno.

«Il nostro Corpo guarda con fiducia i giovani che rappresentano il nostro futuro. Siamo ben lieti di accogliere chi come loro conduce una vita sana, lontana dai pericoli della strada, nelle nostre moderne strutture del porto turistico. Invitiamo dunque le famiglie e i ragazzi tra i 9 e i 15 anni – aggiunge il Comandante provinciale dei Vigili del Fuoco di Ancona ingegner Dino Poggiali nonché presidente del Gruppo sportivo Vv.F. “A.Maggi” – a venirci a visitare nella nostra palestra a provare con due lezioni gratuite pomeridiane».

Domenica prossima dunque occhi puntati sugli equipaggi. Scenderanno in acqua : Luciano Paoletti, Paolo Alessandrini, Leonardo e Riccardo Bufarini i “gemelli del remo”, Yuri Strazzi, Alessandro Valeri, Francesco Latini, Antonio Ninfadoro, Luca Amato, Lorenzo Alessandrini e al loro esordio Cristian Culena, Morris Capodagli, Federico Ninfadoro ed Enrico Natalucci.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, arriva un assaggio d'inverno: maltempo, freddo e anche la neve

  • Scarpe Lidl, mania anche ad Ancona: scaffali svuotati in mezz'ora, maxi rivendite

  • Zona arancione, per Acquaroli non basta: «Presto ordinanza anti-assembramento»

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

Torna su
AnconaToday è in caricamento