rotate-mobile
Giovedì, 29 Settembre 2022
Calcio

Vigor Senigallia, Juniores nazionale ai blocchi di partenza

Si comincia sabato al "Bianchelli" contro il Porto d'Ascoli. «Si tratta di una novità importante per noi – racconta Loris Servadio, responsabile tecnico del vivaio – visto che non abbiamo frequentato questo palcoscenico ultimamente»

La Juniores Nazionale della Vigor Senigallia – Scuola Calcio Vigorina si prepara all’esordio. La squadra guidata da mister Giacomo Brunetti sabato ospiterà il Porto d’Ascoli allo stadio “Bianchelli” (ore 16) in un match valevole per il girone G. «Si tratta di una novità importante per noi – racconta Loris Servadio, responsabile tecnico del vivaio – visto che non abbiamo frequentato questo palcoscenico ultimamente. Sarà un impegno importante che potrebbe comunque comprendere delle difficoltà iniziali. Noi però non cambieremo la nostra politica, ci preoccupiamo della crescita dei ragazzi, poi dei risultati».
La Vigor parteciperà con tanti ragazzi sotto età. Il gruppo sarà infatti composto prevalentemente da classe 2005. Lo staff tecnico di Brunetti è completato dal suo vice Giorgio Rossi Berluti, dal preparatore dei portieri Paolo Pierpaoli e dal preparatore atletico Alessandro Frezza. «Abbiamo effettuato una piccola selezione tra i ragazzi del territorio e i nostri tesserati. Vogliamo iniziare a formare i prossimi fuoriquota della prima squadra. Con mister Aldo Clementi c’è una bella sinergia, prima squadra e Juniores collaboreranno».

I volti nuovi della Juniores Nazionale sono: Francesco Agarbati e Tommaso Recanatini dalla Giovane Ancona, Tommaso Gianlorenzi, Alessandro Subissati e Marco Saturni dall’Ostra Vetere, Alessandro Sabattini e Nicolas Radi dal Delfino Fano, Tommaso Cominelli dal Palombina e Niccolò Massaccesi dal Marina. «Ci sono tanti fuoriquota del nostro vivaio in prima squadra – prosegue Servadio - è un progetto chiaro il nostro, non sono solo parole. Il campionato Juniores Nazionale aiuterà ancora di più questo processo, e vanno ringraziate tutte le società per la fattiva collaborazione. Rappresentare la città in Italia sarà una preparazione importante per i ragazzi, capiranno il calcio dei grandi, composto da trasferte più lunghe e orari ben precisi. Sarà un bel viatico. Per la società, sarà una bella vetrina».

Come lo sono i ragazzi che hanno lasciato il club in estate, come ad esempio: Luca Mancini (2007), Gianmarco Magini (07) e Lorenzo Pierpaoli (05), riscattati dall’Ancona dopo un anno trascorso in prestito in biancorosso. Alessandro Carlini (07) e Victor Gutanu (08) invece sono stati ceduti in prestito poche settimane fa, sempre all’Ancona. Nicolas Petrini (07) e Nicolas Scirocco (08) a loro volta sono stati ceduti in prestito al Rimini. «Siamo orgogliosi di aver esposto questi ragazzi – conclude Servadio – a cui auguriamo un caloroso in bocca al lupo. Per il resto, speriamo che quest’anno il Covid ci lasci stare. Per quanto riguarda i numeri, è presto per parlarne, ma siamo convinti di poter ripetere quelli dello scorso anno, che sono stati importanti. Vogliamo allestire più squadre, dando così l’opportunità a tutti i ragazzi di giocare e crescere il più possibile. Devono divertirsi. Ci tengo a ringraziare tutti coloro che collaborano con il settore giovanile, senza secondi fini ma spinti da una grande passione. Accompagnatori, dirigenti, tecnici, decine e decine di persone che ci aiutano a portare avanti un progetto così ricco di sacrifici. Li ringrazio in anticipo, perché non potremmo fare così tanto senza loro».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vigor Senigallia, Juniores nazionale ai blocchi di partenza

AnconaToday è in caricamento