rotate-mobile
Calcio

I pali fermano la Vigor, una magia di Nappello regala il derby al Fano

Davanti a circa 3000 spettatori accorsi al "Bianchelli", i granata dopo 100 secondi trovano la rete su punizione che decide la finale play-off del Girone F, nonostante la netta supremazia della formazione senigalliese

La Vigor Senigallia perde di misura la finale playoff con il Fano e conclude così la sua stagione. Rammarico tanto, come del resto parecchie sono state le emozioni che hanno caratterizzato un match deciso da un lampo iniziale dei granata, i quali hanno trovato nei legni della porta degli alleati preziosi. Poco meno di 3000 (con una rappresentanza ospite stimata in circa 400 unità) le presenze in un “Bianchelli” blindato, dopo gli scontri avvenuti un mese fa in occasione della sfida di ritorno di regular season. Quale partita a rischio, il Sig. Questore Cesare Capocasa ha disposto un importante servizio di ordine pubblico e di rafforzamento delle misure di gestione dell’evento, riproducendo i servizi di sicurezza già assicurati con ottimi risultati nelle partite casalinghe dell’Ancona in Lega Pro. Il dirigente del servizio, il Primo Dirigente Dott. Giovanni Giudice, ha avuto a disposizione il personale della Polizia di Stato, a cui si sono aggiunte due squadre del Reparto Mobile di Senigallia e un’unità cinofila, unitamente ai militari dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, ed infine agli operatori della Polizia Locale.

I rossoblù di Clementi avrebbero meritato il successo, ma il calcio a volte è strano e anche “sadico”. Il Fano dopo 100 secondi sblocca la partita con una punizione straordinaria di Nappello da quasi 30 metri, palla sotto l’incrocio ed è 0-1. La Vigor reagisce con gioco e occasioni a raffica: ci provano in maniera pericolosa Denis Pesaresi al 7’ e al 10’, nulla di fatto. Quindi ancora lui, il bomber e capitano rossoblu al 12’: botta violentissima dalla distanza e palla che si infrange sulla traversa. Altro legno al 28’, stavolta di Marini con un colpo di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Porta ospite stregata, ma la Vigor insiste e Kerjota chiama Bizzini al grande intervento al 37’. Nappello poco dopo calcia fuori di poco un’altra punizione, quindi Denis Pesaresi ci prova anche in acrobazia: tentativo ribattuto e così all’intervallo è avanti la squadra ospite di un gol.

Nella ripresa la Vigor tenta con altrettanta generosità ma con meno efficacia. Il Fano si chiude dietro, difende bene e spaventa i rossoblù in contropiede, con insidie importanti prodotte da Zanni e Zingaretti (entrambi fuori di poco). Arrembaggio vigorino nel concitato finale, tanti palloni crossati in area, ma la zampata vincente non arriva e così quella rete subita dopo appena 100 secondi, nonostante almeno 5 o 6 palle gol nitide, decide la sfida. La Vigor esce sconfitta, ma solo nel tabellino: l’entusiasmo e la presenza del pubblico rossoblù è invece specchio fedele dell’entusiasmo generato da una squadra che ha saputo regalare grandi emozioni nell’arco dell’intera stagione.

Il Tabellino:

VIGOR SENIGALLIA-FANO 0-1 (0-1 p.t.)

VIGOR SENIGALLIA: Roberto; Tomba (76’ Olivi), Marini, Magi Galluzzi (90’ A. Pesaresi), Bartolini, Mancini (67’ D'Errico), Gambini (82’ Perri), Baldini, Kerjota, D. Pesaresi 7, Balleello (19’ Vrioni). All. Clementi

FANO: Bizzini, Allegrucci, Schiaroli, Bonacchi, Severini, Carrà (61’ Niang), Urbinati, Zanni (74’ Zingaretti), Roberti (69’ Malshi), Nappello (69’ Tomassini), Drolé (84’ Cecconi). All. Mosconi

ARBITRO: Totaro (Lecce)
ASSISTENTI: Rizzi (Barletta), De Palma (Molfetta)
RETE: 2’ Nappello

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I pali fermano la Vigor, una magia di Nappello regala il derby al Fano

AnconaToday è in caricamento