rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Calcio

Come all'andata, Vigor spietata: Biagio ancora k.o. nei minuti finali

La squadra chiaravallese va sotto di un gol, ribalta il punteggio (grazie anche ad un rigore respinto da Tomba) ma nell'ultimo segmento di gara subisce pareggio e sorpasso firmato dai subentrati Pierpaoli e Orciani

Finisce come all’andata. Con una tremenda mazzata in zona Cesarini per la Biagio Nazzaro che perde per la sesta volta in nove trasferte e scivola sempre più in basso. Vola invece la Vigor che nel breve volgere di qualche giro di lancette prima schiva la prima sconfitta in campionato e successivamente – completando la rimonta – rafforza il proprio ruolo di leader del torneo portando a sei lunghezze il vantaggio sull’inseguitrice Fossombrone.

Mister Clementi, tecnico dei padroni di casa, è senza Bartolini e Magi Galluzzi e con Pesaresi e Paradisi non al meglio della condizione e pertanto esclusi dall’undici iniziale. Dalla parte opposta Malavenda rinuncia all’infortunato Rossini e allo squalificato Paradisi, ma recupera Tomba, Giovagnoli e Carbonari, oltre a Ruzzier e Terranova (assente da quattro mesi per la lesione al retto femorale) che partono dalla panchina insieme a Nicola Marini, alle prese con problemi muscolari. Sull’out destro difensivo viene adattato il centrocampista Gregorini, mentre Parasecoli torna titolare a supporto di Pieralisi e Pierandrei.
La Biagio inizia con coraggio, ma si trova subito costretta a rincorrere a causa del rigore guadagnato con una fulminea ripartenza da corner avverso e trasformato dall’ex D’Errico. L’altro ex Carsetti sfiora il raddoppio sull’uscita disperata di Tomba, costretto al fallo fuori area e all’ammonizione per fermarlo.

La ripresa è un condensato di emozioni. La Vigor sciupa con D’Errico e Carsetti diverse opportunità per chiudere i conti e viene raggiunta dal penalty procurato da Gaia e realizzato da Pieralisi. La capolista potrebbe di nuovo passare con Lazzari che si lascia però ipnotizzare dallo strepitoso Tomba sul terzo rigore di giornata, concesso al 76’ per un dubbio fallo su Pesaresi. Rimasta a galla, la Biagio piazza la zampata del sorpasso con Bellucci sugli sviluppi di un corner battuto da Gregorini. Sembra il preludio all’impresa e invece il finale regala una delusione incredibile al team di Malavenda. Come all’andata la Vigor ha la forza per capovolgere il risultato calando due assi vincenti dalla panchina. Il pareggio è di Pierpaoli in mischia, scaturita da un calcio piazzato. L’apoteosi è regalata in in pieno recupero dal classe 2001 Orciani, che finalizza un’azione di contropiede. La Vigor prosegue la marcia solitaria al vertice, la Biagio Nazzaro versa altre lacrime amare e resta nei guai.

Il Tabellino:

VIGOR SENIGALLIA – BIAGIO NAZZARO 3-2 (1-0 p.t.)

VIGOR SENIGALLIA: Roberto, Mancini, Bucari, Marini, Gambini (82’ Orciani), Rotondo, Baldini, Lazzari, Carsetti (71’ Pierpaoli), D’Errico (60’ Pesaresi), Nacciarriti (77’ Paradisi). All. Clementi

BIAGIO NAZZARO: Tomba, Gaia (76’ Paccamiccio), Marasca (65’ Marinelli), Giovagnoli, Bellucci, Gallotti, Carbonari, Gregorini, Pierandrei (84’ Frulla), Parasecoli (53’ Brega), Pieralisi (82’ Ruzzier). All. Malavenda

ARBITRO: Bini (MC)
ASSISTENTI: Amorello (PU), Baldisserri (PU)
RETI: 19′ D’Errico su rig., 68’ Pieralisi su rig., 81’ Bellucci, 83’ Pierpaoli, 91’ Orciani

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come all'andata, Vigor spietata: Biagio ancora k.o. nei minuti finali

AnconaToday è in caricamento