rotate-mobile
Calcio

Riflettori accesi al "Bianchelli", Vigor Castelfidardo e Civitanovese si giocano la Coppa Promozione

I biancazzurri, detentori del titolo, affronteranno la capolista del Girone B, in quella che per i fidardensi costituisce la quarta finale nelle ultime sette edizioni della competizione

Tutto è pronto al “Bianchelli” per la finale della Coppa Italia di Promozione, il cui fischio d’inizio è previsto per mercoledì 3 maggio alle 20.30 (dirigerà l’incontro Matteo Pigliacampo di Pesaro, coadiuvato da Andrea Aureli di San Benedetto del Tronto e Giacomo Ielo di Pesaro). In campo scenderanno la Vigor Castelfidardo, attualmente al sesto posto nel Girone A, e la Civitanovese, capolista del Girone B per cui è già scattato il conto alla rovescia per la matematica promozione in Eccellenza, considerando le otto lunghezze di vantaggio sull’Aurora Treia a quattro giornate dalla fine e tre match in calendario da disputare (ambedue le contendenti, infatti, devono ancora osservare il turno di riposo). La formula non prevede la disputa dei tempi supplementari: in caso di pareggio al 90’, saranno i calci di rigore a determinare la squadra vincitrice.

Il cammino dei ragazzi di mister Manisera, campioni in carica nella competizione, è cominciato con il doppio 2-1 rifilato a Portuali Ancona ed Osimo Stazione nel turno preliminare, a cui hanno fatto seguito una vittoria ed un pareggio negli ottavi contro il Moie Vallesina, nei quarti contro l’Atletico MondolfoMarotta ed infine in semifinale contro la Cagliese, sconfitta 2-0 nel match di ritorno che ha spalancato ai biancazzurri le porte della finale. Analogo il percorso della Civitanovese, che è passata alla fase ad eliminazione diretta dopo aver eliminato il Trodica al primo turno. Quindi è arrivato il duplice 2-1 alla Cluentina negli ottavi di finale, poi le sofferte qualificazioni contro Potenza Picena ed Atletico Centobuchi nei quarti e in semifinale.

I rossoblù si apprestano a disputare per la seconda volta, nella loro centenaria attività, una finale di Coppa Italia nelle varie categorie in cui hanno militato: la prima volta avvenne nel campionato di Prima Categoria, stagione 2017-18, serie nella quale la Civitanovese era finita dopo la disavventura dei due fallimenti e l’assunzione del titolo sportivo da parte di Mauro Profili. La Coppa Marche, questo il nome della competizione nelle categorie inferiori, fu alzata in virtù del rotondo 4-0 rifilato in finale alla Biagio Nazzaro Chiaravalle.

Molto più ricco lo “storico” per la Vigor Castelfidardo, che andrà a disputare la sua quarta finale negli ultimi sette anni. La prima risale alla stagione 2015-16, persa di misura al Comunale di Villa San Filippo contro la Lorese. Non andò meglio dodici mesi più tardi, al Campo dei Pini di Macerata, location che vide il Chiesanuova festeggiare per 3-1. A quella sconfitta seguirono quattro anni di “buco”, per l’assenza nella Promozione dei fidardensi (che fecero un biennio in Prima Categoria) e successivamente per l’emergenza Covid che non fece disputare per due stagioni la competizione. Si arriva così all’anno scorso, quando la Vigor battendo in finale il Potenza Picena 2-1 riuscì a mettere il trofeo in bacheca.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riflettori accesi al "Bianchelli", Vigor Castelfidardo e Civitanovese si giocano la Coppa Promozione

AnconaToday è in caricamento