rotate-mobile
Giovedì, 7 Luglio 2022
Calcio

Recanati, lo stadio Tubaldi diventa cantiere: il via ai lavori previsto entro settembre

Necessarie le opere di adeguamento dopo la promozione in Serie C della Recanatese. A Fermo le prime giornate di campionato

RECANATI- Lo stadio Tubaldi di Recanati pronto a diventare cantiere per iniziare i lavori di adeguamento necessari dopo la promozione in Serie C della Recanatese (le prime giornate del prossimo campionato si giocheranno, al netto di clamorosi stravolgimenti, al Recchioni di Fermo).

Il primo cittadino leopardiano, Antonio Bravi, ha chiarito alcuni punti del bilancio specificando che saranno necessari due pacchetti di interventi. Uno per i lavori interni allo stadio e l'altro riguardante la parte esterna. Il primo è relativo a tutto quello che è necessario per adeguare lo stadio alle norme di sicurezza e alle disposizioni della Lega di Serie C e avrà un costo totale di 1 milione e 640 mila euro. Nello specifico la tribuna coperta passerà da 800 a 1500 posti, con apposita collocazione per la stampa e per le autorità, e dovrà essere migliorata l’illuminazione per renderla fruibile dalle riprese televisive in notturna. In tutto questo bisognerà individuare anche la sala antidoping. All’esterno, per un valore di 1 milione e 82mila euro, dovranno essere compresi nuovi parcheggi, impianti collaterali e via di fuga per favorire afflusso e deflusso.

Approvando oggi (20 giugno) il piano dei lavori, la speranza è che possano iniziare entro settembre le opere sfruttando l’estate per l’affidamento dei lavori e il bando di gara. Senza imprevisti, l’amministrazione punta a bruciare le tappe così che nel 2023 la Recanatese possa tornare sicuramente a casa propria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Recanati, lo stadio Tubaldi diventa cantiere: il via ai lavori previsto entro settembre

AnconaToday è in caricamento