Martedì, 26 Ottobre 2021
Calcio

Sassoferrato Genga, vittoria in Coppa attendendo di tornare al completo

Affermazione di misura dei biancazzurri nel recupero contro il Moie Vallesina, ed ora arriva la Fillotranese. «Squadra ostica - dice il mister Lorenzo Bazzucchi - contro cui servirà ancora più equilibrio ed attenzione»

Una vittoria, due pareggi ed una sconfitta a tempo scaduto sul campo degli imbattuti Portuali. Un cammino incoraggiante, quello del Sassoferrato Genga, nel primo mese di campionato, trascorso fronteggiando un’emergenza sia sotto il profilo qualitativo che...realizzativo. «Dobbiamo stringere i denti ancora un po’ – conferma il tecnico Lorenzo Bazzucchi – perché comunque in mezzo al campo l’assenza di una pedina come Bianchi si fa sentire, e là davanti avere o non avere Gaggiotti non è la stessa cosa, senza dimenticare che la prossima gara dovremo fare a meno anche di Turchi (appiedato dal giudice sportivo ndr). Ma al di là dei risultati, fino a questo momento ci possiamo ritenere soddisfatti, per l’atteggiamento avuto dalla squadra ed anche per i riscontri avuti sotto il profilo del gioco: perché se è vero che non abbiamo creato moltissimo, va detto che abbiamo concesso poco alle avversarie».

Intanto, nella partita di Coppa è arrivato un 1-0 contro il Moie Vallesina, di buon auspicio per i prossimi impegni ed anche per la prestazione offerta da chi, fino a questo momento, ha avuto minore minutaggio. «Non abbiamo modificato modulo ed identità – dice il mister – ma ruotato la formazione come del resto anche il Moie Vallesina ha fatto, per dare spazio a chi finora ne aveva avuto meno e per sperimentare soluzioni differenti. Avendo vinto e schierato molti ragazzi giovani, direi che il bilancio di questo impegno infrasettimanale è stato positivo».
Mentre l’ex Castiglion del Lago, Passeri, dovrebbe aggregarsi al gruppo (jolly spendibile in più posizioni, già allenato da Bazzucchi), i fari sono puntati sulla prossima sfida di campionato, che vedrà il SassoGenga impegnato tra le mura amiche contro la Filottranese.
«E’ una formazione indubbiamente ostica – conferma Bazzucchi – e pertanto va affrontata ricercando quell’equilibrio e quell’attenzione ancora più importanti quanto si devono fronteggiare partite senza essere a pieno organico. E’ una sfida che nel passato ha dato vita a belle battaglie, per quanto ci riguarda siamo pronti, con la voglia di ripartire dopo il passo falso di Ancona».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sassoferrato Genga, vittoria in Coppa attendendo di tornare al completo

AnconaToday è in caricamento