rotate-mobile
Calcio

La Vigor mastica amaro nel derby: il Porto d'Ascoli vince 2-1

Primo k.o. in campionato nelle sfide contro le formazioni marchigiane del girone: dopo il botta-risposta alla mezz'ora del primo tempo, i rossoblù sciupano il pallone del 2-1 ad inizio ripresa e vengono castigati da Buonavoglia

Disco rosso per la Vigor Senigallia a San Benedetto del Tronto. I rossoblù subiscono la prima sconfitta in un derby marchigiano proposto dal campionato per mano del Porto d’Ascoli, al termine di un incontro combattuto in cui la squadra di mister Clementi (oggi squalificato) non ha demeritato, in un campo notevolmente appesantito dalla pioggia caduta copiosamente. Dopo un’iniziale fase di studio, le formazioni cominciano timidamente ad affacciarsi all’area avversaria, senza però risultare particolarmente pericolose. Più possesso palla della Vigor, che si fa vedere col mancino di Kerjota al 25’ propiziato dall’assist di Baldini, mentre i padroni di casa cercando di graffiare al 23’ con il colpo di testa di Spagna (che non inquadra lo specchio) e al 28’ col tiro cross di Napolano su cui Roberto fa buona guardia. Alla mezz’ora il Porto passa: da Buonavoglia a Pietropaolo che rifinisce per Napolano, il quale stoppa la sfera e fredda Roberto per l’1-0. Un giro di lancette, e la Vigor pareggia: Mancini di testa corregge il traversone di Bartolini ed i rossoblù posso esultare. I locali sbandano, la squadra senigalliese spinge per “doppiare” il colpo ma nel finale è ancora l’undici di Ciampelli a rendersi pericoloso al 38’ con Buonavoglia (para Roberto) e con Napolano che al 41’ alza troppo la mira.

Ritmi subito frenetici nel secondo tempo, tanto che già al 50’ il Porto d’Ascoli rischia di passare nuovamente in vantaggio con la sventola mancina di Buonavoglia, il quale imprime alla sfera una traiettoria a scendere che costringe Roberto a deviare la sfera in calcio d’angolo. Sul tiro dalla bandierina di Napolano, perfetta la deviazione sul primo palo di Sensi, che però manda la sfera a sbattere contro la traversa. Sul capovolgimento di fronte, seguente ad una palla persa male sulla trequarti da Pietropaolo, la Vigor sciupa un clamoroso contropiede potenzialmente letale, condotto da Vrioni: l’assist è per Pesaresi che a tu per tu con Testa in uscita disperata calcia sul portiere. Gol sbagliato, e gol subito nella più classica delle legge non scritte del calcio: al 55’ da azione di fallo laterale Napolano scodella in mezzo, Rossi fa da torre per l’accorrente Buonavoglia che si fa respingere la prima conclusione di Roberto, ma al secondo tentativo non sbaglia e timbra il 2-1. I rossoblù provano a premere alla ricerca della rete del pareggio, senza però creare eccessivi grattacapi a Testa: il portiere dei locali al 62’ si oppone alla deviazione di Mancini su centro di Baldini, poi al 76’ neutralizza il tentativo di D’Errico appena entrato. Nei minuti finali si registra l’inzuccata di D’Alessandro che alza troppo la mira e sul fronte opposto la provvidenziale chiusura di Petrini sull’ennesima sortita di Kerjota sul versante destro: poi, al triplice fischio, il “Riviera” può festeggiare.

Il Tabellino:

PORTO D’ASCOLI-VIGOR SENIGALLIA 2-1 (1-1 p.t.)

PORTO D’ASCOLI: Testa, Pasqualini, Sensi, Rossi (75’ Battista), Napolano (80’ Passalacqua), Zoboletti (60’ Petrini), Buonavoglia (60’ Parolisi), Rovinelli, D’Alessandro, Spagna (87’ Sowe), Pietropaolo. All. Ciampelli

VIGOR SENIGALLIA: Roberto, Olivi, Bartolini, Marini (75’ A. Pesaresi), Gambini, Magi, Kerjota, Mancini (72’ D’Errico), D. Pesaresi, Baldini (60’ Lazzari), Vrioni (60’ Balleello). All. Clementi

ARBITRO: Cravotta (Città di Castello)
ASSISTENTI: Manzini (Voghera), Arizzi (Bergamo)
RETI: 30’ Napolano, 31’ Mancini, 55’ Buonavoglia

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Vigor mastica amaro nel derby: il Porto d'Ascoli vince 2-1

AnconaToday è in caricamento