rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Calcio

Osimo Stazione, salvezza e futuro. Fenucci: «Resterei volentieri»

Il tecnico biancoverde parla di bilancio positivo, con la permanenza in Promozione e la crescita di molti giovani. Ed uno sguardo al prossimo campionato: «Progetto interessante, che mi piacerebbe continuare a portare avanti»

La missione salvezza è stata compiuta, direttamente – con 90’ di anticipo - e senza passare attraverso i rischiosi spareggi seguenti al termine della regular season. Cosa che conferisce al bilancio finale dell’Osimo Stazione il segno più, ma il traguardo ottenuto viene ulteriormente avvalorato dal lavoro fatto sui giovani, che strada facendo hanno saputo ritagliarsi spazio e nobilitare così la permanenza nella categoria.
«Diciamo che nell’allestimento della squadra sono state fatte scelte coraggiose – afferma il tecnico della formazione biancoverde, Gianluca Fenucci – dando fiducia ad alcuni ragazzi promettenti e rinunciando ad esempio ad alcune pedine che hanno scritto la storia di questa società. Ma questa salvezza ripaga di tutti gli sforzi fatti, è un premio alla pazienza ed alla voglia di migliorarsi mostrata dal gruppo, che è diventato tale strada facendo, di settimana in settimana e di partita in partita, cementandosi e dimostrando spirito di sacrificio e unità di intenti».

Giovani, ma non solo. Nell’economia del risultato finale un peso notevole lo hanno avuto i gol realizzati dal bomber e capitano Simone Cavaliere. Ben quindici i centri, fondamentali per spingere i ferrai soprattutto nelle ultime sfide stagionali, oltre alla notevole esperienza messa al servizio del gruppo. «E’ stato una manna dal cielo – ammette il tecnico – non solo in fase realizzativa, ma anche all’interno dello spogliatoio. Lo conoscevo personalmente avendolo avuto a Fabriano, non avevo dubbi sull’apporto che avrebbe garantito sia sul rettangolo di gioco che nella quotidianità degli allenamenti. E’ lui che nell’incontro che ci ha regalato la salvezza ha sbloccato il risultato: peccato per quella sciocchezza commessa a fine primo tempo, sanzionata dall’arbitro. Una leggerezza che ci ha un po’ complicato la vita, ma che per quello che mi riguarda non modifica il giudizio sul giocatore e sulla persona, né la valutazione sulla sua stagione di altissimo livello».

A breve, arriverà il momento del summit. Cioè l’incontro tra tecnico e staff dirigenziale per pianificare un futuro ancora all’insegna della reciproca collaborazione: gli estimatori di Fenucci non mancano, nemmeno al...piano superiore (girano le voci di sondaggi effettuati da Montefano e Valdichienti), ma la volontà dell’allenatore è quella di continuare sulla panchina biancoverde.
«Non c’è fretta – precisa – ma è in agenda un appuntamento con la società, e dico subito che a me piacerebbe proseguire. Con l’Osimo Stazione è stato portato avanti un progetto interessante, che andrebbe ulteriormente migliorato apportando magari dei piccoli correttivi. Ci si incontrerà, facendo il punto della situazione e cercando di capire dove si vuole arrivare, ma senza dimenticare da dove si viene: una programmazione mirata è stata, e secondo me dovrà continuare ad essere, sempre un punto di forza del club».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Osimo Stazione, salvezza e futuro. Fenucci: «Resterei volentieri»

AnconaToday è in caricamento