rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Calcio

Nemo...profeta a Passatempo: «Consapevoli di ciò che possiamo raggiungere»

Dopo lo stop per infortunio, l'attaccante gialloblu tra i protagonisti dell'ultima sfida contro il Sassoferrato Genga, che lo ha visto mettere lo zampino in tre delle quattro reti della Passatempese

Da inizio campionato stabilmente nella top five della graduatoria, la Passatempese è annoverabile nel lotto delle squadre maggiormente accreditate per un posto nei play-off. Dopo la frenata nel match casalingo contro il fanalino di coda Cantiano e la sconfitta nello scontro diretto di Ancona contro i Portuali, la compagine di mister Busilacchi è ritornata a fare bottino pieno piegando 4-3 il Sassoferrato Genga tra le mura amiche, settima affermazione nel girone A di Promozione (solo l’Osimana, con otto, ha fatto meglio).
«Siamo veramente felici – dichiara Massimiliano Nemo, entrato in maniera determinante in tre delle quattro azioni dei gol messi a segno dalla compagine gialloblù – è stata una battaglia, il Sassoferrato Genga si è rivelata una bellissima squadra. Noi siamo sempre andati in avanti, loro non hanno mai mollato ma alla fine l’abbiamo spuntata. C’è grande soddisfazione per questa affermazione casalinga che dà morale in un periodo tutt’altro che semplice, ci fa allenare con più tranquillità e ci dona ancor più consapevolezza di chi siamo e di cosa possiamo raggiungere».

La Passatempese può finalmente tornare a contare sulla qualità di un Nemo obbligato per quasi due mesi ad allenarsi a parte per via di un infortunio. Doti espresse sabato in un ruolo inusuale, vista la posizione da trequartista in cui ha agito – ulteriore dimostrazione del suo eclettismo – per ovviare a problemi di formazione causati da alcune defezioni. Ora la squadra gialloblu è attesa dalla sfida esterna contro la capolista Osimana: un banco di prova severo, in un torneo che si è sin da subito distinto per l’elevato livello espresso in campo e dall’equilibrio.
«Tutte le squadre, a parte quelle due o tre con un organico superiore alla media, sono allo stesso livello – conferma Nemo – per cui ogni sfida è difficile: puoi vincere con chiunque come puoi perdere con chiunque. Dopo il weekend in cui festeggi una vittoria bisogna subito pensare all'impegno successivo con la giusta concentrazione perché non sai cosa potrà riservarti. Le maggiori difficoltà arrivano con le compagini che ricoprono le zone più basse della classifica: quando si tocca il fondo è normale che ci si allena con più cattiveria. Non bisogna sentirsi superiore a nessuno, poiché nel momento in cui sottovaluti l'avversario, perdi».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nemo...profeta a Passatempo: «Consapevoli di ciò che possiamo raggiungere»

AnconaToday è in caricamento