rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024
Calcio

Vigor Senigallia, capitolo finale: a Montegiorgio per vincere e sperare

I rossoblù devono fare bottino pieno al "Tamburrini" ed augurarsi che la capolista Pineto non faccia altrettanto nel derby abruzzese con la Vastese: solo così resterà percorribile la strada che porta direttamente in Lega Pro

E’ tempo di “showdown”. La resa dei conti nel Girone F, per quel primo posto ritornato clamorosamente in bilico nel mese conclusivo di campionato, avverrà negli ultimi 90’ di regular season. Davanti c’è il Pineto, in frenata nemmeno troppo controllata – appena tre i punti messi nel carniere nelle ultime quattro uscite – ma con ancora due lunghezze di vantaggio. Dietro la Vigor Senigallia, che grazie a tre affermazioni ed un pareggio ha recuperato sette punti nel breve volgere di quattro settimane, ed è pronta ad approfittare di un’altra incertezza degli abruzzesi per centrare il clamoroso aggancio (o addirittura il sorpasso).

Chiaramente, il destino del girone resta saldamente in mano dei biancazzurri: vincere chiuderebbe in maniera definitiva ogni discorso. Ma in casa Vigor si confida sulla speranza covata dalla Vastese, avversaria della capolista nel derby abruzzese, di sgambettare il Pineto facendo contestualmente il tifo per i k.o. delle corregionali di Termoli e Notaresco, combinazione di risultati che garantirebbe quindi la salvezza diretta senza passare per i play-out. Fantasia? Forse, ma al netto delle notizie provenienti dagli altri campi, il compito dei rossoblù è in primis quello di espugnare il “Tamburrini” di Montegiorgio. E non sarà facile come bere un bicchier d’acqua, perché se anche i padroni di casa sono sul fondo della graduatoria a pari punti col Tolentino ed in casa non vincono da metà gennaio (2-0 all’Avezzano), hanno bisogno dei tre punti per provare ad agganciare proprio Termoli e Notaresco, a quota 31.

«Il Pineto poteva chiudere i conti domenica scorsa, pensavo avvenisse – ha dichiarato il direttore sportivo della Vigor, Roberto Moroni – e invece ciò che è successo invece ci ha fatto vivere un’altra settimana di pura adrenalina. Vedremo cosa accadrà domenica: ho sempre sostenuto che la Vigor abbia costruito i suoi obiettivi strada facendo. Non posso dire che non ce lo aspettavamo di giocarci la Serie C all’ultima giornata perché la squadra ha dimostrato di meritarsi il secondo posto. Non abbiamo niente da perdere, ma invertire le posizioni mi farebbe piacere. Esodo da Senigallia? La nostra tifoseria non ha bisogno di appelli, ci ha seguito ovunque, siamo noi che non dobbiamo mancare all’appello dei nostri tifosi!»

Ed i supporters rossoblù non si sono, assolutamente, fatti pregare. I biglietti messi a disposizione sono diventati 800, visto che al pubblico proveniente da Senigallia è stato concesso il settore tribuna dell’impianto, il quale può contenere un maggior numero di persone. I tagliandi saranno disponibili esclusivamente in prevendita fino alle 11 di domenica, presso l’edicola Quilly’s di Simone Tranquilli e l’edicola Fioretti. Il fischio d’inizio del match, previsto per domenica 7 maggio alle 15, verrà dato dal signor Mattia Nigro di Prato, direttore di gara a capo di una terna tutta toscana completata dagli assistenti Simone Iuliano di Siena e Roberto Palermo di Pisa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vigor Senigallia, capitolo finale: a Montegiorgio per vincere e sperare

AnconaToday è in caricamento