rotate-mobile
Domenica, 2 Ottobre 2022
Calcio

Moie, Rossi analizza la Promozione che verrà: «Il livello si è alzato»

L'allenatore riconfermato alla guida di una formazione rossoblù cambiata e ringiovanita, che parte con l'intenzione di limitare le sofferenze patite lo scorso torneo per raggiungere la permanenza nella categoria

Il Moie Vallesina riparte da uno spareggio play-out che ha regalato la salvezza. Un punto di arrivo per il torneo concluso, disputato prevalentemente...di rincorsa, che costituisce anche un punto di partenza per quello che verrà. In cui proprio le pene sofferte per mantenere la categoria dovranno essere limitate, per non dire completamente eliminate. C’è la consapevolezza delle difficoltà che si dovranno affrontare, vista la qualità del girone in cui i rossoblù sono stati inseriti, e l’augurio che gli imprevisti siano stavolta ridotti al minimo, dopo la via crucis dell’anno 2021/2022.
«Alla fine tutto è andato per il verso giusto – ricorda il riconfermato tecnico del Moie, Matteo Rossi – ma solo grazie alla grande accelerazione dell’ultima parte di campionato. Che è stata anche l’unica che abbiamo disputato con una rosa vicina all’essere al completo. Il Covid ci ha penalizzato ma quello c’è stato per tutti, ma gli infortuni in serie non ci hanno permesso di esprimerci al massimo delle nostre possibilità per lunga parte della regular season. A questa Promozione 2022/2023 ci presentiamo rinnovati, con quel fisiologico ricambio generazionale che la fine di un ciclo ha imposto. E che ci predispone ad aprire un altro».

Organico improntato sulla gioventù, ed una concorrenza che si è fatta ulteriormente agguerrita, considerando i movimenti di mercato che hanno visto diversi club operare rinforzando le rose. Cosa che rende il Girone A di Promozione ancora più competitivo rispetto a quello terminato lo scorso giugno.
«Diciamo che rispetto all’anno scorso non ci sarà il Cantiano, che alla resa dei conti si è rivelata una sorta di squadra materasso, oggettivamente più debole delle altre – riflette Rossi – ma soprattutto sono scese dall’Eccellenza formazioni blasonate che punteranno a ritornare subito su, e quelle che hanno fatto i play-off come ad esempio Portuali e Montecchio si sono rinforzate con l’intenzione di confermarsi nel lotto delle migliori. Noi abbiamo seguito fedelmente la politica che da cinque, sei anni ci contraddistingue: gli under, con l’unica eccezione rappresentata da Paolucci che è in prestito dalla Jesina, provengono dal nostro vivaio, a cui sono affiancati elementi più scafati che dovranno garantire quell’esperienza necessaria nelle situazioni più delicate».

Il precampionato vedrà il Moie Vallesina inaugurare la serie di test match contro il Chiesanuova, poi il 20 agosto trasferta a Matelica e successivamente doppio impegno casalingo contro Borgo Minonna e Castelbellino il 24 ed il 27 agosto. Chiusura il 31 nel triangolare con Maiolati e Staffolo.
«I risultati lasceranno un po’ il tempo che trovano come sempre accade nel calcio d’agosto – conclude il mister – ma servono a noi allenatori per fare le opportune verifiche sullo stato di salute del gruppo. E quando si è cambiato parecchio, diventano riferimenti importanti per capire su cosa lavorare maggiormente».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Moie, Rossi analizza la Promozione che verrà: «Il livello si è alzato»

AnconaToday è in caricamento