rotate-mobile
Calcio

Lucchese-Ancona, il commento di Simonetti: «Un punto che dà morale e serenità»

Il quarto centro stagionale del centrocampista permette ai dorici di evitare la sconfitta in Toscana: «Non era una situazione semplice, siamo stati bravi a non mollare ed a credere nella rimonta»

Quarto centro, ancora una volta di capitale importanza per Pier Luigi Simonetti. Il ventiduenne centrocampista a segno anche al Porta Elisa, nuovamente contro quella Lucchese che aveva “punito” anche nel match di andata. «Non era una situazione semplice, siamo stati bravi a non mollare ed a credere nella rimonta. Non è stata la solita Ancona? Ogni gara ha una sua storia. Sapevamo che venivamo a casa di una compagine che non ha un terreno di gioco agevole, ci siamo adattati anche all’atteggiamento dell’avversario. Il punto ci da sicuramente morale e ci permette di preparare la prossima sfida con un pizzico di serenità in più».

Al termine della partita, ha parlato anche il tecnico biancorosso Gianluca Colavitto: «Il risultato è importante, ma va valorizzato sabato prossimo. In questa gara abbiamo messo il cuore e questo mi fa piacere. Nonostante l’inferiorità numerica ho inserito Lombardi, siamo stati premiati: ha fornito una bella palla per Simonetti che davanti al portiere si è fatto trovare pronto. Faccio i complimenti ai ragazzi, certo ci sono cose che vanno migliorate ma l’Ancona in undici contro undici ha creato piccole situazioni per poter far male. Poi non dimentichiamoci che in campo ci sono pure gli avversari, oggi erano motivatissimi».

Poi una riflessione. «I punti valgono, siamo nel 2023 – commenta il mister – è impossibile non pensare di inserire la tecnologia in Serie C. Pure al Porta Elisa, infatti, ci sono stati degli episodi discutibili, inclusa l’espulsione di Prezioso. Provvedimenti contro il ragazzo? Ha sbagliato a reagire, ma prima subisce fallo da Panico, comunque alle mie spalle c’è una società che vede e provvede. Da tre-quattro domeniche si stanno ripetendo cose che non mi piacciono, compreso un potenziale calcio di rigore. Per la mia filosofia di gioco ogni anno perdo tra gli 8 e i 10 punti, non è possibile che gli arbitri continuino a non essere aiutati. Si dice sempre che loro sono essere umani e possono sbagliare. Teoria giusta che però vale pure per gli allenatori».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lucchese-Ancona, il commento di Simonetti: «Un punto che dà morale e serenità»

AnconaToday è in caricamento