rotate-mobile
Giovedì, 20 Giugno 2024
Calcio

Lucchese-Ancona, il d.s. Micciola: «Prezioso deve crescere: sarà multato»

Il direttore sportivo del club dorico dopo l'1-1 in Toscana: «C'è stata un risposta dopo la brutta sconfitta interna con l'Entella: è un punto che ci dà autostima in vista del delicato impegno col San Donato»

Sommando le circostanze, e concesse le attenuanti, il punto preso dall’Ancona a Lucca finisce con l’essere più utile di quanto si potesse pensare alla vigilia. Dopo la frenata delle ultime tre gare, era necessario dare un segnale di svolta e rilanciarsi: l’inversione di tendenza non ha preso sostanza, è invece nuovamente arrivato un gol di Simonetti a togliere la castagne dal fuoco, e visto lo svantaggio (nel punteggio e nelle forze in campo dopo il rosso a Prezioso) vale la pena accontentarsi. Non di quanto visto sul rettangolo di gioco, perché la prestazione della prima frazione è stata nel complesso inferiore alle aspettative, specie se comparata a quelle del mese scorso, ma del punto preso sì.

All’indomani della partita di Lucca, questo il commento del Direttore sportivo dell’Ancona, Francesco Micciola: «C’è stata una reazione – ha detto Francesco Micciola, d.s. biancorosso, ai microfoni di Radio Tua – non era facile riprendersi dopo la sconfitta casalinga con l’Entella. Il pareggio è arrivato su un campo difficile, il punto ci da autostima e adesso cerchiamo di valorizzarlo sabato prossimo con una vittoria. Faccio i complimenti ai ragazzi, soprattutto a quelli che sono entrati dalla panchina, mi riferisco a Basso, Lombardi e Mattioli: bravi davvero a incidere, chi sta fuori deve farsi trovare pronto. C’è stato un calo dopo la vittoria contro la Reggiana? Nell’arco di un campionato esistono questi momenti, capitano a tutti, si superano con il lavoro e con le vittorie. Ultimamente ci ha girato storto: appena subiamo gol perdiamo le certezze. Gli avversari sfruttano le palle inattive, per evitare ciò servirebbe più furbizia, mestiere, perché è vero che noi marchiamo a zona, però dobbiamo guardare l’uomo»

Il direttore sportivo del club dorico parla anche del “rosso” che ha condizionato il match, giunto poco prima del duplice fischio, ma anche del capitolo assenze. «Nervosismo? I ragazzi vogliono sempre vincere, proprio come la società. Quando non arrivano i risultati succede di essere più irascibili. Nel caso di Prezioso, ha sbagliato a reagire, ma prima ha subito un colpo. Per questo sarà multato, purtroppo non è nuovo a questi gesti, deve crescere e migliorare. Proprio come Colavitto, mi auguro che presto possa sbarcare la tecnologia pure in Serie C, il Var eviterebbe tante situazioni dubbie». Ancora sulla squadra: «Per un motivo o per un altro, ci manca sempre qualcuno. Anche a Lucca non avevamo Moretti e Paolucci, Mondonico non stava benissimo e Spagnoli è rimasto a casa. Adesso ci attende il match con il San Donato, tutt’altro che semplice, perché i toscani nel girone di ritorno hanno fatto sempre punti in trasferta. Abbiamo tanto rispetto per loro, l’Ancona farà di tutto per tornare alla vittoria». Infine un commento per l’Amministratore delegato Roberta Nocelli che la scorsa settimana è entrata nel Consiglio di Lega: «Siamo contenti, il nuovo incarico da lustro a tutta la società. E’ un ruolo che si merita, la conosco da anni, è un vulcano, e so come lavora».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lucchese-Ancona, il d.s. Micciola: «Prezioso deve crescere: sarà multato»

AnconaToday è in caricamento