rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Calcio

Ancona, prendici gusto: dorici ancora in trasferta a caccia di vittoria e qualificazione

I biancorossi di scena al "Rigamonti-Ceppi" contro un Lecco a cui basta bissare il pari dell'andata. Donadel carica i suoi: «Sappiamo di avere le qualità per raggiungere questo obiettivo»

Obiettivo, mina vagante. E’ questa l’aspirazione, il ruolo che mister Marco Donadel vorrebbe far recitare alla sua Ancona in questi play-off. A patto, ovviamente, di fare risultato pieno a Lecco, dopo il 2-2 della gara di andata disputata al “Del Conero”. Anche perché, i biancorossi proprio non hanno scelta: per arrivare a disputare la seconda fase nazionale degli spareggi promozione, serve vincere. La miglior classifica al termine della regular season consente ai lombardi di accontentarsi di un pari, e pertanto confidare nel rassicurante “vissuto” casalingo: dopo le tre sconfitte interne nei primi due mesi (0-2 con la Pro Sesto, 1-2 col Trento e 1-3 con la formazione giovanile della Juventus nel primo turno di Coppa Italia), il Lecco al “Rigamonti-Ceppi” da fine ottobre non ha più perso. Statistiche non troppo confortanti per l’Ancona, e bilancia del pronostico che pertanto sembra inclinarsi dalla parte delle “Aquile”.

Ma i biancorossi hanno dalla loro una rinnovata consapevolezza dei propri mezzi, cementata dai tre risultati arrivati sul filo di lana. Aspetto, questo, che fa anche capire come sotto l’aspetto mentale, questo gruppo abbia fatto un autentico salto di qualità. Basterà? Difficile dirlo, anche se il ritrovare Gatto e soprattutto Simonetti renderà il reparto mediano di nuovo interamente fruibile. Quali saranno poi le scelte operate dall’allenatore, è complesso ipotizzarlo, vista la sua capacità di sorprendere e mescolare le carte in tavole. Anche troppo, forse, con la rinuncia iniziale a Camigliano, De Santis e Prezioso nella gara d’andata che col senno di poi è sembrata un filino azzardata. Ed alla luce di come il match del “Del Conero” si è sviluppato, è lecito pensare che lunedì sera si ritorni all’antico senza alterazioni nell’assetto ed esperimenti di sorta.

«Siamo alla quarta partita in pochi giorni – dice il tecnico biancorosso Marco Donadel – e la componente emotiva forse a questo punto è la più importante. Dobbiamo compiere un’altra impresa, è fondamentale crederci. Noi siamo consapevoli delle difficoltà della gara che ci attende, e del fatto che un gol dobbiamo farlo, ma sappiamo di poter raggiungere il nostro obiettivo. Strada facendo i ragazzi stanno acquisendo una grande maturità, riescono a leggere in campo le varie fasi della partita: aver recuperato un doppio svantaggio sicuramente ci ha dato molta fiducia, ma domani sarà un’altra storia».

«Per me la forza del Lecco non è una scoperta – prosegue il mister dei dorici – in quanto si vede che si tratta di una squadra solida e ben organizzata e c’è un grosso lavoro alle spalle. Stiamo toccando con mano come dietro a un piazzamento al secondo posto come quello del Lecco ci sia una notevole solidità, altrimenti non si arriva in quella posizione di classifica. Bisogna valutare molte variabili, non è semplice giocare ogni tre o quattro giorni ed essere sempre al meglio. Adesso siamo più convinti delle nostre qualità, mentre forse fino alla gara di Carrara eravamo più sbarazzini: siamo in possesso di caratteristiche che se sfruttate a dovere nei finali di gara possono darci dei vantaggi».

Il confronto del “Rigamonti Ceppi” tra Lecco ed Ancona, in programma lunedì 22 maggio (fischio di inizio ore 20.30), sarà diretto da Francesco Carrione di Castellammare di Stabia, con l’ausilio degli assistenti Egidio Marchetti di Bologna e Giovanni Dell’Orco di Policoro. Quarto ufficiale: Gianluca Grasso di Ariano Irpino.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancona, prendici gusto: dorici ancora in trasferta a caccia di vittoria e qualificazione

AnconaToday è in caricamento