rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Calcio

Jesina, rullo di...Tamburini: battuto il Venezia terza forza del torneo

La formazione leoncella, grazie al centro numero 14 in campionato della sua attaccante - arrivato su rigore - supera di misura le lagunari ed aggancia l'ottavo posto in graduatoria

Il ventiduesimo turno previsto dal girone B del torneo di serie C femminile regala l’exploit della Jesina, che grazie ad una prova di grande carattere e personalità supera di misura il Venezia terza forza del torneo. Un’affermazione che fa il paio con quella ottenuta la scorsa settimana in Veneto, sul campo del Mittici, e proietta la formazione di Baldarelli all’ottavo posto in gradiuatoria.

L’inizio match è sotto il segno della squadra leoncella che al 5’ si fa vedere dalle parti di Pinel su calcio di punizione, che però non impensierisce l’estremo difensore lagunare. Al 12’, il Venezia cerca di concretizzare la prima vera occasione: lo scambio tra Carleschi e Cacciamali consente a Karim Mantoani di vedere la porta, ma la difesa di casa fa buona guardia. Ancora Jesina pochi minuti dopo, pericolosa con Eleonora Crocioni e Deborah Zambonelli, ma Pinel è attenta in entrambi gli episodi e salva il risultato. Al 21’, Tamburini tenta ancora di sbloccare la partita con un colpo di testa, ma non inquadra lo specchio della porta.
Immediata la reazione del Venezia: Cacciamali si invola verso la porta, a servire Mantoani defilata, ma il suo cross non trova nessuno dentro l’area e il tentativo si spegne in fallo laterale. Il primo tempo si chiude a reti inviolate, con le due formazioni che non concretizzano nessuna delle pur numerose occasioni.

Il secondo tempo si apre con una doccia fredda per la squadra ospite: Martina Sclavo anticipa fallosamente Tamburini, e l’intervento è sanzionato dall’arbitro con il cartellino rosso. L’espulsione del centrale ospite costringe la formazione di Comin all’inferiorità numerica per ben quaranta minuti. Il momento di sbandamento del Venezia viene immediatamente punito dalla Jesina: al 57’ Quaglio mette giù in area Zambonelli, Pinel intuisce il penalty calciato da Tamburini ma non arriva a deviare la sfera che si insacca in rete.
Il Venezia si sbilancia e preme alla ricerca del gol del pareggio: al 60’ arriva al tiro prima con Zuanti, subito dopo con Cacciamali e Mella, mentre al 72’ è Mantoani a concludere su cross di Nencioni, ma Generali non si fa sorprendere. Pochi minuti più tardi, Zuanti ci prova dalla distanza, ma il suo tiro si stampa sulla traversa ed il tap-in di Risina viene salvato sulla linea da Picchio. Il forcing delle lagunari non accenna a diminuire nei minuti di gioco finali, ma non basta per modificare il risultato: il triplice fischio sancisce la vittoria della Jesina che il prossimo turno sarà di scena a Bolzano sul campo della Brixen Obi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Jesina, rullo di...Tamburini: battuto il Venezia terza forza del torneo

AnconaToday è in caricamento