rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022
Calcio

Tra Jesina e Urbino è 0-0, ma c'è l'ombra di un possibile ricorso

Reti inviolate al "Carotti", ma potrebbe finire sotto esame la fine del match: da verificare, nella formazione ospite, la presenza dei tre under richiesta dal regolamento dopo le sostituzioni effettuate

Il racconto di Jesina – Urbino comincia dalla fine, dalla conclusione della girandola di cambi che potrebbe avere come strascico il ricorso del club leoncello. Se le impressioni troveranno conforto nel referto arbitrale, e confermata l’esattezza dei dati a disposizione, gli ospiti potrebbero aver infatti terminato la sfida con un numero di under inferiore al regolamento. Cinque quelli iscritti in distinta (Nisi, Pierucci, Mainardi, Morani e Giovane), con i primi due restati in campo fino al triplice fischio finale e gli altri tre sostituiti – l’ultimo dei quali in pieno recupero – cosa che pertanto farebbe scalare a due il numero dei “giovani” sul rettangolo di gioco, invece dei tre stabiliti dalle normative vigenti. Nelle prossime ore dovrebbero esserci novità a riguardo.

Venendo al match, lo 0-0 si configura come passo falso per la Jesina, che in caso di vittoria avrebbe messo ulteriore margine a difesa del suo quinto posto, che invece ora è insidiato dal Valdichienti vittorioso sul Colli nello scontro diretto play-off ed è a -1 dalla squadra di Strappini. Il rovescio della medaglia è rappresentato dalla generosa prova dell’Urbino, che conferma il suo buon momento creando occasioni e sfiorando il successo, ma anche traballando al punto da rischiare di uscire dal “Carotti”, immeritatamente, a mani vuote.
Subito Jesina in avvio: al 4’ Perri e Garofoli non arrivano puntuali sul corner di Jachetta, ma gli ospiti replicano al 15’ con Mainardi a cui Minerva chiude provvidenzialmente lo specchio della porta, ripetendosi al 29’ su una deviazione sottoporta. I padroni di casa tornano pericolosi al 31’ con l’inzuccata di Perri alzata da Stafoggia sopra la traversa, ed a fine tempo con la conclusione di Jachetta che calcia però debolmente sul fondo, ma rischiano ancora al 39’ sul tentativo di Calvaresi che trova Minerva puntuale a deviare in corner.

L’Urbino crede al colpaccio e nel secondo segmento di gara alza i giri del motore: al 61’ combinazione De Angelis-Pierucci in ripartenza e palla per Tamagnini il cui tiro sfiora il palo alla sinistra di Minerva, mentre al 66’ è la traversa a salvare i leoncelli sul missile di Morani. La Jesina fatica a ritrovare il bandolo della matassa, resta in dieci al minuto 84 per l’espulsione di Lucarini, che stende da ultimo uomo Mainardi proiettato in contropiede, ma poco prima del 90’ va vicinissima al colpaccio con Nazzarelli, su cui Stafoggia miracoleggia evitando agli ospiti la beffa e sigillando lo 0-0 finale.

Il Tabellino:

JESINA – URBINO 0-0

JESINA – Minerva, Martedì (53’ Tiriboco), Lucarini, Mistura, Cameruccio, Giovannini, Garofoli (72’ Evangelisti), Rossi (57’ Zagaglia), Monachesi, Perri, Jachetta (57’ Nazzarelli), All. Strappini

URBINO – Stafoggia, Nisi, Tamagnini, Dalla Bona, Giunchetti, Giovane (94’ Pagnoni), Pierucci, Calvaresi (81’ Mattioli), Mainardi (91’ Fontana), De Angelis, Morani (83’ Raiola). All. Ceccarini

ARBITRO: Curia (AP)
ASSISTENTI: Gasparini (MC), D’Ovidio (PU)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tra Jesina e Urbino è 0-0, ma c'è l'ombra di un possibile ricorso

AnconaToday è in caricamento