rotate-mobile
Domenica, 5 Febbraio 2023
Calcio

Jesina, Amici fissa i paletti: «Riprendere con prudenza ed in sicurezza»

«Difficile fare una previsione - dice il direttore generale del sodalizio leoncello - ma se la situazione non migliorerà, i dubbi sulla ripartenza fissata per il 23 gennaio sono legittimi»

E’ prevista per oggi la ripartenza della Jesina. Un ritorno alla normalità, con le sedute di allenamento al momento non finalizzate al consueto impegno del week-end previsto dal calendario, sebbene la situazione venutasi a creare con l’aumento dei contagi e la relativa sospensione dei tornei regionali imponga prudenza e sollevi parecchi interrogativi sull’immediato futuro non solo dell’Eccellenza, ma anche degli altri tornei marchigiani.
«Per quanto ci riguarda lavoriamo sempre all’insegna della prudenza – spiega il d.g. del sodalizio leoncello, Gianfranco Amici – per consentire ai tesserati di fare attività nel rispetto delle regole e con la massima sicurezza, ma capire quello che succederà a breve è oggettivamente complesso. Forse non si sarebbe dovuto giocare il turno dell’Epifania, e se la situazione non volgerà al meglio temo che non si ricomincerà tra una decina di giorni, anche se tutti ce lo auguriamo. Sembra che sia vicino il raggiungimento del picco dei contagi, a cui poi fa seguito una discesa della curva epidemiologica, ma resta da vedere se questo ci permetterà di tornare in campo: credo che tutte le dirigenze auspichino una “normalizzazione” del campionato, ma questo dipenderà anche da quanto si protrarrà la sospensione».

Tra le tante ipotesi al vaglio, un...allungamento della durata del campionato, un ricorso ai turni infrasettimanali fino all’extrema ratio costituita da una modifica del format, qualora l’interruzione del torneo diventi particolarmente lunga. «Credo che certe valutazioni debbano essere fatte a bocce ferme – prosegue Amici – ma l’eventuale ricorso a molte gare in mezzo alla settimana per recuperare le giornate rinviate potrebbe creare qualche difficoltà. Tutto resta legato al numero di incontri che devono essere giocati da qui fino alla chiusura della stagione, che non può certo terminare troppo in là. Innanzitutto, la speranza è riprendere in sicurezza, con tutte le cautele del caso. Poi, si potrà magari ragionare su una soluzione condivisa che consenta a tutti i club di portare a termine il campionato senza ulteriori criticità».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Jesina, Amici fissa i paletti: «Riprendere con prudenza ed in sicurezza»

AnconaToday è in caricamento