rotate-mobile
Giovedì, 7 Luglio 2022
Calcio

Trentennale dell’Ancona in A, Guidotti si lascia andare: «Ero a Bologna, quei calciatori erano di famiglia»

L’assessore allo sport ha dato libero sfogo ai suoi ricordi rimembrando quel 7 giugno del ’92 che sancì la promozione al Dall’Ara

ANCONA- Anche l’assessore allo sport Andrea Guidotti, nella giornata di ieri (7 giugno), ha preso parte all’evento “Trent’Anni” organizzato al Del Conero per celebrare il trentennale della prima storica promozione in Serie A dell’Ancona ottenuta il 7 giugno del 1992 al Dall’Ara di Bologna. L’assessore, nell’occasione, ha svestito i panni istituzionali per lasciar spazio ai suoi ricordi:

«C'ero anche io quel giorno. Ovviamente a Bologna, ad esultare assieme alle diverse migliaia di tifosi dorici. Ricordo sia il viaggio d'andata che quello di ritorno, con bandiere e sciarpe fuori dal finestrino. E poi la caterva d'acqua di quella giornata. La marea di gente in curva. Con questa festa, ancora una volta, la società ha saputo stupirci e farci emozionare. Ringrazio Roberta Nocelli, ringrazio Mauro Canil ma anche Tony Tiong e Roberto Ripa per l'entusiasmo che sono riusciti a riportare in città per i colori biancorossi. Trenta anni fa era un calcio diverso prosegue più romantico. I giocatori li incontravi per strada ed erano come uno di famiglia. Quando ho incontrato mister Vincenzo Guerini nell'ufficio della società confesso che mi è venuto un groppo in gola, così come rivedere e salutare i protagonisti di quella grande impresa».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trentennale dell’Ancona in A, Guidotti si lascia andare: «Ero a Bologna, quei calciatori erano di famiglia»

AnconaToday è in caricamento