rotate-mobile
Calcio

Ancona, il d.g. Nocelli nel post-Gubbio: «Decisive le scelte del mister e la forza del gruppo»

Il direttore generale del sodalizio dorico commenta il blitz in Umbria e guarda al prosieguo del torneo: «Ognuno di noi ha dei sogni, speranze e ambizioni: vediamo quanto sono grandi le nostre»

L’Ancona è sempre più a suo agio nel ruolo del big che il campionato le sta assegnando. Merito dei risultati conseguiti, frutto di quella continuità finalmente arrivata e di quella solidità difensiva che faceva difetto ai biancorossi ed ora si è trasformata in valore aggiunto. Lo sguardo è rivolto indietro non per compiacersi, ma per rendersi conto di quanto sia stato gratificante l’ultimo periodo trascorso all’insegna dei risultati positivi, ma anche di come i progressi e la maturazione del gruppo abbiano permesso alla squadra di fare quel tanto auspicato salto di qualità. Non basta ancora, e non lo si dice per peccare di ingordigia, ma perché in situazioni analoghe l’appetito viene sempre mangiando. E tenere questo ritmo nel girone di ritorno potrebbe, davvero, aprire orizzonti preclusi solo un paio di mesi fa.

Anche Roberta Nocelli, direttore generale della società biancorossa, sottolinea quanto il blitz in terra umbra sia prezioso nell’economia del campionato. «Quella di ieri è stata una vittoria importante – dichiara – ed ottenuta contro una squadra costruita per stare in alto. La differenza l’hanno fatta sicuramente le scelte tattiche del mister e la forza del gruppo che ha saputo soffrire fino alla fine giocando a ritmi serrati sotto la pressione del Gubbio. Restando uniti, determinati e con la fame di prendersi questa rivincita. Petrella ci ha deliziato con un gol fantastico, mi è piaciuta moltissimo la scena di lui che va sotto ai nostri tifosi insieme a Federico Moretti, questo è un segnale fondamentale perché quello che è importante, al di la di chi realizza il gol, è portare a casa punti. Sono felice anche per Perucchini che ieri con i suoi interventi ha salvato il risultato. Tanta cattiveria agonistica in campo, azioni decise e fruttuose, non sempre possiamo dare spettacolo, conta la sostanza e ieri credo che tutti noi abbiamo chiaro in testa cosa possiamo fare».

«Siamo arrivati, se non erro, alla quinta partita senza subire gol – prosegue il d.g. dorico – ed anche questo è un segnale forte. Mi sono piaciuti anche i ragazzi che sono arrivati da poco, Camigliano e Basso: hanno capito subito cosa vogliamo ad Ancona, gente che lotta. Sabato arriva la Vis Pesaro, sarà una partita molto difficile, ma dipende da noi, da quanto vogliamo vincere. Ci sarà bisogno di un supporto “straordinario” da parte di tutti, è una chiave di volta, poi ovvio che da qui alla fine saranno tutte battaglie complicate sia per le nostre motivazioni ma anche per quelle degli avversari: i punti in palio sono pesantissimi. Ognuno di noi ha dei sogni da realizzare, dei progetti da portare avanti, speranze e ambizioni, vediamo quanto sono grandi le nostre, proviamo a gustarci questo scorcio di campionato, questo pezzo di vita».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancona, il d.g. Nocelli nel post-Gubbio: «Decisive le scelte del mister e la forza del gruppo»

AnconaToday è in caricamento